SLK 55 AMG - Lo stile
  • pubblicato il 22-08-2011

Mercedes SLK 55 AMG: pronta per Francoforte

Pronta per Francoforte

Rilasciati dalla Mercedes nuovi dati sulla SLK 55 AMG, il cui lancio è fissato per gennaio 2012.

La linea

La spider della Casa tedesca è ormai pronta per il debutto al Salone di Francoforte 2011 e le immagini divulgate non tradiscono le aspettative. In pieno stile AMG, la SLK 55 si fa riconoscere per il suo frontale su cui spiccano le vistose prese d’aria sormontate da luci a LED e sportive finiture in nero lucido. Al posteriore le linee sono tracciate dallo spoiler appena accennato sulla parte superiore del portabagagli e dagli scarichi ovali gemellati che spuntano da una elegante piastra anch’essa in nero lucido. La linea laterale è invece caratterizzata dal tipico abitacolo in posizione arretrata, dagli spoiler laterali in continuità con il posteriore e dalle ruote AMG da 18 pollici in nero opaco o titanio.

Gli interni

All’interno dell’abitacolo salta subito all’occhio il volante sportivo che, insieme ai sedili avvolgenti rivestiti in pelle/tessuto, da la sensazione di sedere all’interno di un’auto davvero cattiva. Ad effetto anche il tetto apribile (ci mette 20 secondi ad aprirsi) panoramico con sistema Magic Sky Control a trasparenza variabile.

Il motore

Il motore, il più potente mai montato su una SLK, è il nuovo V8 5.5 AMG da 422 CV E 540 Nm di coppia, denominato M152. Questo propulsore, di cui abbiamo già parlato, sarà abbinato al cambio AMG Speedshift Plus 7G-Tronic, l’automatico 7 marce con modalità Controlled Efficiency (C), Sport (S) e Manual (M). Grazie a questo motore la nuova Mercedes SLK 55 AMG ha un consumo medio di 8,4 l/100 km con emissioni di CO2 pari a 195 g/km. La velocità di punta autolimitata è di 250 km/h e lo scatto da 0 a 100 km/h lo copre in 4,6 secondi. Tra le altre cose la terza generazione della spider di Casa Mercedes sarà equipaggiata con freni potenziati, sterzatura Direct-Steer e sistema di frenata con Torque Vectoring.

Mercedes SLK 55 AMG: pronta per Francoforte

L'opinione dei lettori