• pubblicato il 28-01-2014

Alfa Romeo Giulia: la piattaforma si chiamerà "Giorgio"

di Junio Gulinelli

Spuntano nuove indiscrezioni sull'erede della 159 che rilancerà il marchio Alfa Romeo.

Sarà la predestinata a risollevare le sorti del Biscione, parliamo della tanto attesa (ormai da tempo) Alfa Romeo Giulia (neanche il nome è ancora quello ufficiale), erede della Alfa 159 (in apertura).

Già slittata di un anno sul calendario Alfa Romeo, la berlina di rilancio del marchio premium del Lingotto dovrebbe fare il suo esordio il prossimo anno (2015), per poi arrivare sui mercati entro il 2016.

Quello che si sa su questo progetto è ancora poco, e nulla è stato ufficialmente dichiarato dai vertici della Casa. Ad ogni modo l’ultima notizia comparsa in rete, apparsa sulla testata di Auto News Europe, riguarda la piattaforma attorno alla quale nascerà.

Si tratta della piattaforma a trazione posteriore (all'occorrenza anche integrale) che Fiat/Chrysler utilizzerà per i modelli sportivi della gamma - sotto vari marchi naturalmente (anche Chrysler e Dodge).

Si chiamerà "Giorgio" (la piattaforma)

Questa piattaforma sembra sarà denominata “Giorgio”, un nome che molto probabilmente affonderà le sue radici nella lunga storia del marchio Alfa Romeo.

Per ora, lo scheletro della nuova Alfa Romeo Giulia starebbe in fase di progettazione presso gli stabilimenti Maserati di Modena. A guidare il team di ingegneri c’è Philippe Krief, Vehicle Department Responsible presso Ferrari.

Motori V6 Ferrari e elementi in comune con la Maserati Ghibli

E, a proposito di Ferrari, potrebbe essere proprio il Cavallino a prestare le motorizzazioni V6 alla Giulia, che avrò anche motlo in comune con la nuova Maserati Ghibli.

Una sportiva premium totale, dunque, che oltre a rilanciare la firma del Biscione (il decollo sarebbe già iniziato con la nuova 4C) andrà ad insidiare i marchi tedeschi nel segmento D, facendo concorrenza diretta, ad esempio, alle BMW Serie 3 (e Serie 4 nel caso di una Giulia coupé, magari con la mitica sigla GTV) e alla Mercedes Classe C.

…tutte ipotesi, anche se fondate su basi credibili, che verranno comunque confermate, o smentite, a maggio prossimo, momento dell’anno in cui sarà svelato il nuovo piano industriale Fiat/Chrysler.

Alfa Romeo Giulia: la piattaforma si chiamerà "Giorgio"

L'opinione dei lettori