• pubblicato il 17-03-2014

BMW i8: la sportiva "diversa" bavarese arriva a giugno

di Junio Gulinelli

La supercar ibrida plug-in di Monaco entra in produzione ad aprile, le prime consegne previste a giugno

Nello stabilimento di Lipsia BMW lavora al futuro dell'auto.

Proprio in questi giorni la Casa di Monaco sta ultimando la fase preparativa per l'inizio della produzione (aprile) di uno dei progetti più avanzati di questi anni nel panorama automotive: la BMW i8.

La sportiva ibrida bavarese sarà consegnata ai primi clienti a giugno (in prevendita già dall'autunno 2013) ed entrerà in listino come seconda ecovettura della gamma “i” insieme alla piccola elettrica i3.

Una sportiva “diversa”

La BMW i8 ridefinisce gli standard del segmento delle supercar con valori di emissioni e consumi, abbinati a prestazioni da vera supersportiva, da leader della categoria.

Ad un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi (con velocità massima autolimitata a 250 km/h) corrisponde un consumo medio nel ciclo UE di 2,1 litri/100 km con emissioni di CO2 di soli 49 g/km.

Il relativo consumo di energia elettrica è stato misurato in 11,9 kWh per 100 km e in modalità a emissioni zero (EV) si percorrono fino a 37 km.

Cattiva quando serve, parca nell'uso quotidiano

La BMW i8 ha una doppia personalità: sa dare adrenalina quando si pigia sull'acceleratore, mentre ha le doti di una urban car quando la si usa, quotidianamente, in città.

Nel tragitto quotidiano casa-lavoro, con la batteria completamente carica alla partenza, BMW dichiara per la i8 consumi inferiori ai 5 litri/100 km.

Se il percorso comprende tratti extraurbani o autostradali, è possibile ottenere consumi inferiori ai 7 litri/100 km. Anche su percorsi più lunghi e a velocità maggiori, si rimane sotto agli 8 litri/100 km.

L'economia dei consumi della nuova BMW i8 è inoltre facilitata dal peso contenuto – di 1.485 kg a vuoto - e da un coefficiente di resistenza (Cd) di 0,26.

I tempi di ricarica della batteria variano dalle due alle tre ore, a seconda del tipo di collegamento alla presa domestica o ad una colonnina di ricarica.

Il sistema ibrido Plug-in

Il sistema ibrido plug-in della BMW i8 è composto da un motore a benzina TwinPower Turbo da tre cilindri e 231 CV con una coppia di 320 Nm affiancato da un motore elettrico ibrido sincrono da 131 CV e 250 Nm.

Ad alimentare il propulsore elettrico c'è una batteria a ioni di litio ad alto voltaggio (da 5,2 kWh) e una gestione intelligente dell’energia che tiene sempre conto della situazione di guida e delle esigenze del conducente.

Il prezzo? ancora non è stato ufficializzato ma la supercar ibrida tedesca dovrebbe costare tra i 130 e i 150.000 euro a seconda del tipo di allestimento.

BMW i8: la sportiva "diversa" bavarese arriva a giugno

L'opinione dei lettori