• pubblicato il 08-04-2015

Citroen Aircross Concept

di Junio Gulinelli

Il Double Chevron alla ricerca della propria identità di marca

Avvenuta la separazione da DS, Citroen ora può ricercare la sua propria identità di marca.

Il primo prodotto della sua nuova generazione di modelli è stata la compatta C4 Cactus e una delle prossime del Double Chevron ad entrare in scena potrebbe essere questa nuova Aircross, per ora svelata sotto forma di concept car.

 La Casa francese ha sicuramente in serbo una crossover di segmento B ma anche versioni SUV più grandi, fino a sette posti.

Questa Aircross Concept, basata sulla piattaforma modulare EMP2 del Gruppo PSA, misura 4,558 metri di lunghezza, posizionandosi in quello che sarebbe un segmento intermedio, tra il segmento C e il segmento D.

Design originale e con personalità

 Con 2,1 metri di larghezza è chiaro che, prima di passare in produzione, questo prototipo dovrà “stringersi” un pochino ma, per ora, comunque, il suo obiettivo è dare mostra del look che verrà.

Nella parte frontale vediamo una nuova evoluzione dell'idea dei fari a sopracciglia inaugurati dalla C4 Picasso e poi evoluti con la Cactus.

Qui si riaffermano come una souzione esteticamente interessante, con i proiettori principali mimetizzati con la presa d'aria della calandra.

 Il cofano con prese d'aria, i passaruota ben marcati e protetti con plastiche nere, la carrozzeria sinuosa e organica, sono tutti "accenti alla francese" che completano un design originale e con molta personalità.

Le porte posteriori ad apertura “suicida” e l'assenza del pilastro B sono tutte liocenze da concept car...

Non così esagerato, invece, il powertrain proposto con la Citroen Aircross Concept rappresentato dal conosciutissimo 1.6 THP affiancato però, in questo caso, da un motore elettrico installato al posteriore. Un'ibrida alla PSA, insomma.

Citroen Aircross Concept

L'opinione dei lettori