• pubblicato il 22-07-2014

Jaguar XE: l'8 settembre svelata a Londra

di Junio Gulinelli

Avrà un'impoistazione sportiva con lo stesso asse anteriore della F-Type e la sospensione posteriore Integral link

Il prossimo 8 settembre, a Londra, Jaguar presenterà la nuova XE, berlina che avrà il compito di rivaleggiare con colonne portanti del segmento quali le BMW Serie 3, Mercedes Classe C e Audi A4.

Per scaldare i motori, intanto, la casa britannica ha svelato alcuni dettagli tecnici della sua nuova compatta tre volumi.

Asse anteriore derivato dalla F-Type

Soprattutto, Jaguar mette l'accento sul carattere spiccatamente sportivo della nuova XE. A questo proposito sembra che il treno anteriore, con sospensione doppia triangolare, sia derivato dalla F-Type anche se con una messa a punto leggermente differente. Ad ogni modo in Jaguar non temono nell'affermare che avrà la stessa reattività e dinamicità dell'anteriore della coupé supersportiva.

Sospensione posteriore Integral Link

Ma da brava berlina, la Jaguar XE, dovrà essere allo stesso tempo confortevole e per questo è stata dotata di una sospensione posteriore multilink nuova e ribattezzata Integral Link, parzialmente realizzata in alluminio e caratterizzata da un'elevata rigidità laterale e longitudinale.

La differenza con una multilink o multibraccio tradizionale, è caratterizzata dalla presenza di un braccio verticale addizionale nello schema della sospensione (visibile con il numero 5 nella foto di apertura). A livello di dinamicità e agilità non suppone alcun cambio, al contrario influisce positivamente sul NVH (Noise Harshness and Vibration).

Spiegando meglio: passando sopra un ostacolo, come ad esempio una buca o una radice, la ruota tende di solito a muoversi in avanti rispetto all'asse e verso l'interno del passaruota. I tiranti della sospensione sono flessibili e questo provoca una vibrazione che, all'interno dell'abitacolo, dai passeggeri, viene avvertita come rigidità della vettura.

Il braccio verticale della Integral Link che equipaggerà la nuova Jaguar XE mantiene invece la ruota in asse e assorbe la forza passando sopra l'ostacolo invece di essere trasmessa all'auto attraverso i bracci e tiranti della sospensione. Il risultato è, quindi, una maggiore sensazione di comfort, senza però rinunciare alla rigidità sportiva.

Oltre ad uno sterzo dalla risposta e precisione sportiva, la Jaguar XE 2015 avrà anche in dotazione il controllo della trazione All Surface Progress Control (ASPC) derivato dal Terrain Responce di Land Rover. L'idea è proporzionare, sempre, la migliore trazione possibile in funzione delle condizioni di aderenza.

Jaguar XE: l'8 settembre svelata a Londra

L'opinione dei lettori