• pubblicato il 13-05-2013

Lamborghini Egoista: la monoposto one-off per il 50esimo anniversario del Toro

di Junio Gulinelli

La spettacolare concept car monoposto svelata alla cena di gala per i 50 anni della Casa di Sant'Agata.

50 anni di storia non è un compleanno da poco, e per le nozze d'oro del marchio del Toro, Lamborghini ha presentato a sorpresa, durante la cena di gala del brand di Sant'Agata, una super car speciale e come sempre, impressionante: la Lamborghini Egoista.

Introdotta dal responsabile design del Gruppo Volkswagen, Walter de Silva, la monoposto Lamborghini Egoista è nata dalle matite di due grandi designers: Alessandro D'ambrosio ha disegnato gli esterni mentre Stefan Sielaff è il “papà” dell'abitacolo.

Questa inedita Lamborghini si ispira ai caccia militari con la silhouette che, stando ai disegnatori, dovrebbe imitare la sagoma del Toro in posizione di attacco.

E per quanto riguarda l'abitacolo, questo, è costituito da una cellula indipendente equipaggiata con un Head Up Display di chiara ispirazione aeronautica, un volante a croce e quasi tutti gli elementi realizzati in fibra di carbonio.

La fibra di carbonio forgiata (attraverso un peculiare processo costruttivo patentato Lamborghini) è il materiale predominante anche per quanto riguarda la struttura del veicolo.

La cabina, in vetro arancione (e quindi non approvata per l'uso su strada) è rimovibile, il che consente di convertire l'auto in una spettacolare roadster, oltre a permettere l'accesso all'interno dell'abitacolo, sprovvisto di portiere.

In quanto a motorizzazione, la Lamborghini Egoista è equipaggiata con un poderoso V10 da 5,2 litri a iniezione diretta (lo stesso della Lamborghini Gallardo), in grado di erogare fino a 600 CV.

Dalla Casa non hanno specificato se la Lamborghini Egoista verrà prodotta in una serie limitata per i clienti più capricciosi o rimarrà, come espresso nel comunicato stampa, “un sogno che nessuno può possedere e che rimarrà tale per tutti, per sempre”.

Lamborghini Egoista: la monoposto one-off per il 50esimo anniversario del Toro

L'opinione dei lettori