• pubblicato il 13-06-2016

Mazda G-Vectroing Control: ecco come funziona

di Junio Gulinelli

Erogazione della coppia e trasferimento dei carichi alla base del nuovo sistema di assistenza alla guida in curva

L'idea risale a circa dieci anni fa ed è farina del sacco di un giovane studente di ingegneria che la propose come tesi di laurea.

Ai giapponesi di Casa Mazda, si sa, piace andare controcorrente e nell'epoca delle quattro ruote sterzanti, che bene o male stanno iniziando ad essere adottate dalla maggior parte dei marchi automobilistici, la firma di Hiroshima si prepara a far debuttare, a partire da questa estate, il suo sistema G-Vectoring Control, sviluppato proprio a partire dalla trovata di quell'ingegnere in erba.

Il principio è semplice: per migliorare il feeling di guida e il controllo della vettura in curva, non si applica nessun intervento elettronico diretto allo sterzo ma il sistema gioca con la coppia erogata e le forze di carico in ingresso e uscita di curva.

Attraverso sensibilissime variazione dell'erogazione del motore (in termini di pochi Nm) Il G-Vectroing Control di Mazda permette di ridurre le correzioni sullo sterzo da parte del guidatore durante la traiettoria in curva.

A stabilizzare l'auto ci pensa infatti il principio del trasferimento di carico, all'anteriore in ingresso di curva (con una riduzione della coppia) e al posteriore in uscita (con un aumento dell'erogazione).

Ovviamente il sistema G-Vctroing di Mazda non punta a trasformare qualsiasi guidatore in pilota provetto ma dovrebbe rendere più confortevole e precisa l'esperienza di guida, tanto è vero che l'effetto sarebbe praticamente impercettibile al conducente ma rilevabile nei dati della telemetria in cui si registrano meno correzioni sullo sterzo.

 Entro l'estate questo nuovo dispositivo inizierà ad essere applicato in serie.

 

TAG

Mazda G-Vectroing Control: ecco come funziona

L'opinione dei lettori