• pubblicato il 30-07-2014

Mercedes AMG GT: i dettagli del nuovo V8 M178

Parente stretto del quadricilindrico più potente al mondo (il 2.0). 510 CV e 650 Nm ed è il più leggero della categoria

Mercedes continua l'interessante dosaggio, con il contagocce, di informazioni attorno alla nuova supersportiva AMG GT (che probabilmente vederemo ad ottobre al Salone di Parigi 2014).

Prima di rivelarne le foto e i dati ufficiali, la Casa stellata ha alzato il sipario sul cuore pulsante che monterà sotto la sua pelle: il nuovo V8 4.0 biturbo, denominato M178.

Parente stretto del 4 cilindri 2.0 AMG

Dalla collaborazione tra Mercedes ed AMG nasce questo inedito propulsore, per il quale è stata annunciata una cilindrata di 3.982 cm3 e un peso, piuma, di 209 kg (il più leggero del suo segmento) ottenuto grazie al basamento in alluminio.

La potenza massima erogata è di 510 CV a 6.250 giri mentre la coppia massima è di 650 Nm, disponibile tra i 1.750 e i 4.750 giri. I consumi dichiarati dalla casa si attestano sugli 8,2litri/100km.

Dal punto di vista tecnico, questo motore, è uno stretto parente (di fatto sono state unite le due bancate) del quattro cilindri di serie più potente al mondo: il 2 litri turbo AMG impiegato su A 45 AMG, CLA 45 AMG e GLA 45 AMG.

“V interna calda” e carter a secco

I due turbocompressori del nuovo V8 Mercedes AMG possono lavorare ad una pressione massima di 1,2 bare si trovano all’esterno, sulle bancate di cilindri, ma tra di esse, nella V dei cilindri – in gergo tecnico si parla di “V interna calda”.

I vantaggi sono una struttura compatta del motore, ottimi tempi di risposta e basse emissioni allo scarico.

La lubrificazione a carter secco consente una posizione di montaggio del propulsore bassa, un abbassamento del baricentro e pone inoltre le premesse per elevate accelerazioni trasversali. Per queste ragioni il propulsore M178 di AMG è, a livello mondiale, il primo motore per vetture sportive con V interna calda e lubrificazione a carter secco.

Sound unico

Ultimo capitolo: sound. Ancora naturalmente non è possibile ascoltare il canto del nuovo V8 di Stoccarda, ma dalla Casa assicurano che sarà unico, grazie all'utilizzo di valvole parzializzatrici.

Ad ogni modo sembra anche che questa versione da 510 CV del V8 non sarà la più potente, è prevista infatti una variante ancora più selvaggia, denominata GT-S.

 
Mercedes AMG GT: i dettagli del nuovo V8 M178

L'opinione dei lettori