Mini-Salone-di-Francoforte-2013_horizontal_lancio_sezione_grande_doppio
  • pubblicato il 28-11-2014

Mini: la gamma della anglo/tedesca sarà tagliata

di Junio Gulinelli

Ad uscire di scena dovrebbero essere la Paceman e la Roadster. Mentre si lavora all'arrivo di una nuova elettrica

È già da qualche mese, ormai, che si sente parlare di cambio strutturale per la gamma Mini.

Ieri, finalmente, durante un evento del brand anglo/tedesco svoltosi a München, è stato Peter Schwarzenbauer (responsabile Mini all'interno del consiglio di amministrazione BMW) a rompere il silenzio confermando che la "famiglia" verrà tagliata dagli otto attuali modelli a cinque soltanto.

Naturalmente rimarranno in commercio la Mini a tre e cinque porte, la Countryman (che verrà rinnovata il prossimo anno) dovrebbe scamparla mentre sulla nuova Clubman (basata sulla concept car vista a Ginevra) si punterà forte.

In questo modo, anche se Schwarzenbauer non ha parlato esplicitamente di soppressione di modelli, sembra che alcune delle varianti Mini più recenti, come la Paceman e la Roadster non troveranno più spazio nella gamma.

Proprio con l'espansione della famiglia, iniziata 13 anni fa sotto il controllo BMW, Mini sembrava aver conseguito l'obiettivo di crescita e così effettivamente è stato.

Tra l'altro fornendo esempio per altri grandi marchi, come Fiat che con la 500 ha iniziato un vero percorso di individuazione (con le 500L, 500L Living e 500X) e che, sembra, presto porterà alla nascita di una vera e propria sotto marca (avversaria diretta proprio della Mini).

Perché, allora, cambiare? Sembra che la crescita effettivamente stesse costando troppo cara al marchio a causa degli aumenti di costi di produzione e per la complessità della gestione.

È importante incontrare un equilibrio adeguato tra crescita e rendita” ha detto Schwarzenbauer che ha anche ammesso che “ora Mini si trova a competere con concorrenti in un segmento dove prima era sola”.

Per il quinto modello della famiglia Mini, sembrerebbe, infine, che si stia lavorando ad una versione elettrica a emissioni zero senza scartare la possibilità che possa seguire il cammino stilistico iniziato dalla conept car Mini Superleggera...

TAG

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Mini: la gamma della anglo/tedesca sarà tagliata

L'opinione dei lettori