• pubblicato il 05-08-2016

Nissan BladeGlider, la concept giapponese alle Olimpiadi di RIo

di Junio Gulinelli

Sportiva, cabriolet, a emissioni zero e tecnologicamente evoluta. Ecco la concept car della Casa di Yokohama per i Giochi Olimpici di Rio

Emissioni zero, connettività avanzata e guida autonoma: sono questi i tre pilastri su cui, secondo Nissan, si baserà l'auto del futuro. Per la Casa di Yokohama il cammino verso l'auto di domani si chiama BladeGlider, il prototipo visto per la prima volta tre anni fa al Salone di Tokyo e ora evolutosi con una nuova versione appena svelata da Nissan.

Per Carlos Ghoson, Presidente e Amministratore Delegato di Nissan questo tipo di prototipi “rappresentano la visione di Nissan della Mobilità Intelligente, dove il piacere di guida si unisce alla responsabilità verso l’ambiente. Per Nissan gli appassionati di auto guardano avanti, verso un futuro a zero emissioni e BladeGlider è la perfetta dimostrazione di tutto ciò. È la vettura elettrica per chi ama le auto”.

Il nuovo Nissan BladeGlider, con carrozzeria decappottabile (e una struttura di protezione anti ribaltamento integrata), è caratterizzato da una configurazione avanzata del telaio, con una carreggiata anteriore stretta e una carreggiata posteriore più larga per ottimizzare l'aerodinamica e la stabilità di marcia.

 

L'abitacolo, configurato per ospitare 3 passeggeri (1+2) è dominato dal display multifunzione che offre informazioni come la velocità, lo stato di carica della batteria, la modalità di rigenerazione e la curva di coppia. A fianco del display centrale sono stati pensati due schermi che proiettano le immagini delle telecamere retrovisori (installate dietro le ruote anteriori) mentre la visuale di tutti i passeggeri è caratterizzata dal parabrezza panoramico continuo.

Il carattere sportivo lo ritroviamo anche nelle cinture di sicurezza a quattro punti di attacco per ogni occupante, i sedili ergonomici rivestiti con un insieme di stoffa e uno strato di resina epossidica - che rende il rivestimento resistente e anti-scivolo.

Nissan BladeGlider è spinta da due motori elettrici da 130 kW (uno per ognuna delle due ruote posteriori) mentre il sistema di alimentazione da 220 kW (cinque moduli di batterie agli ioni di litio) è stato sviluppato dalla Williams Advanced Engineering. Questo powertrain consente al prototipo di superare i 190 km/h di velocità massima e di scattare da 0 a 100 km/&h in meno di 5 secondi.

A garantire il divertimento alla guida e la stabilità della Nissan BladeGlider ci pensa il sistema torque vectoring che controlla la coppia inviata alle ruote motrici e può essere regolato su tre impostazioni: disattivato, agile e “drift”.

Il debutto della nuova Nissan BladeGlider avverrà ad agosto, a Rio de Janeiro, dove saranno presentati due BladeGlider. Uno rimarrà in esposizione statica all’Olympic Park, mentre l’altro sarà utilizzato per le prove dinamiche con la stampa e i VIP.

Nissan BladeGlider, la concept giapponese alle Olimpiadi di RIo

L'opinione dei lettori