• pubblicato il 11-11-2013

Nissan GT-R 2016: potrebbe adottare un sistema ibrido

di Junio Gulinelli

La supercar giapponese potrebbe adottare, per la prossima generazione, un sistema ibrido, magari KERS, per migliorare in prestazioni ed efficienza.

La nuova Nissan GT-R sarà ibrida, forse.

Questo è quanto è stato dichiarato alla rivista inglese di Autocar, da Andy Palmer a capo del dipartimento di ingegneria di Nissan:

“I sistemi di propulsione elettrica potrebbero riempire i buchi nella curva della coppia della GT-R e offrire quindi prestazioni ancora migliori riducendo, allo stesso tempo, consumi ed emissioni. Io spero di poter vedere alcun tipo di ibridazione di quest'auto”.

Sistema ibrido tradizionale...

Gli ingegneri giapponesi starebbero dunque già lavorando ad un paio di opzioni che potrebbero riguardare la futura Nissan GT-R 2016: la prima è un sistema ibrido affiancato al propulsore VR38DETT e basato sulla concept car Infiniti Essence. Avrebbe una potenza di circa 600 CV ma comporterebbe un aumento di peso di questa supercar che già raggiunge i 1.740 Kg.

... o KERS

La seconda opzione, invece, prevederebbe l'installazione del sistema KERS, in stile Formula 1. Inoltre la nuova GT-R potrebbe contare anche sul sistema start/stop e sul sistema cylinder on demand che la aiuterebbero a migliorare anche in termini di consumi ed emissioni.

La nuova Nissan GT-R 2016 dovrebbe arrivare sul mercato per la fine del 2015, di ufficiale però ora solo c'è la luce verde sul progetto da parte di Carlos Ghosn.

Per concludere, questa ipotetica Nissan Gt-R ibrida, sarà curatra dal reparto sportivo Nismo e potrebbe essere la degna rivale, giapponese, della futura Honda NSX.

Nissan GT-R 2016: potrebbe adottare un sistema ibrido

L'opinione dei lettori