Ford B-Max
  • pubblicato il 27-02-2012

Nuova Ford B-Max 2012: la monovolume compatta presentata a Barcellona

di Junio Gulinelli

Presentata questa mattina al Mobile World Congress di Barcellona la nuova monovolume compatta B-Max di Casa Ford

L’innovativo sistema Easy Door Access, lo stile basto sul nuovo family feeling "kinetic 2.0" e i nuovi propulsori campioni di consumi ed emissioni sono le caratteristiche principali che rendono la nuova Ford B-Max una delle novità più importanti e attese nel panorama automotive del 2012.

L’ultimo tassello che mancava per completare il quadro della nuova MPV dell’Ovale Blu è quello che riguarda gli innovativi contenuti multimediali e la tecnologia per la connettività a bordo di ultima generazione con cui è equipaggiata la Nuova B-Max 2012.

Sync Applink è il nuovo sistema di infotainment che rappresenta il passo in avanti per quanto riguarda la dotazione high-tech che sarà introdotta sulle auto Ford di ultima generazione.

Un dettaglio non da poco, anzi… tanto rilevante che è stato scelto il Mobile World Congress di Barcellona per presentare in anteprima mondiale (ad una settimana dal Salone di Ginevra 2012) la rivoluzionaria monovolume di Casa Ford.

Per l’occasione il numero uno dell’Ovale Blu, il chief executive Bill Ford (pronipote di Henry Ford) in persona, ha alzato i veli per la prima volta sulla nuova B-Max.

Sync ApplinK, comandare l'auto direttamente con la voce

Introdotto già negli stati uniti da circa un anno, il sistema Sync è stato sviluppato da Ford insieme a Microsoft e debutterà in Europa sulla nuova Ford B-Max.

Fondamentalmente consiste in un sistema di connettività per smartphone, Apple, Android e Blackberry, di ultima generazione.

Oltre ad interfacciarsi con lo smartphone tramite Bluetooth, permette di utilizzare il dispositivo in tutta sicurezza senza spostare le mani dal volante e inoltrando i comandi attraverso un avanzato sistema di riconoscimento vocale.

Sync Applink, inoltre, funziona come una piattaforma per applicazioni come Pandora e iHeartRadio per la musica e il TeleNav per la navigazione GPS. Da segnalare anche l’Emergency Assistance, un sistema che sarà di serie sulla B-Max e che si serve dello smartphone connesso al sistema per chiamare l’assistenza in caso di incidente.

Il Network Applink di Ford si basa infine sul sistema “cloud”, i dati e le applicazioni non sono pre-caricate sulle vetture ma sono disponibili in rete tramite connessione internet, basta scaricarle.

Easy Door Access

Priva di montante centrale, la Ford B-Max dispone di portiere posteriori scorrevoli che, aprendosi, offrono un varco di ingresso nell’abitacolo di ben 1550 mm di larghezza.

Questo innovativo sistema, denominato Easy Door Access ha richiesto circa tre anni di lavorazione per riuscire a ottenere, senza il montante centrale, un’adeguata rigidità del telaio e della struttura dell’auto: i montanti sono integrati all’interno del telaio delle porte stesse, e sono stati realizzati con un particolare tipo di acciaio ad alta resistenza (cinque volte più resistente dell’acciaio normale).

Lo stesso materiale è stato impiegato anche per la realizzazione di altre parti della scocca sempre per compensare la mancanza del montante centrale.

Uno degli obiettivi principali nella creazione della B-Max era quello di produrre una vettura dalle dimensioni compatte ma allo stesso tempo altamente efficiente e versatile. Obiettivo, sembrerebbe, raggiunto: basti pensare che è lunga appena 4,05 metri ma, ripiegando i sedili posteriori e quello del passeggero anteriore, si possono caricare oggetti lunghi fino a 2,3 metri.

Abbiamo provato a sederci dentro la vettura: i posti anteriori risultano comodi, per chi è alto il volante si avvicina forse troppo alle ginocchia, dietro entrano comodamente due persone, in tre si soffre un po'. Molto amplio e voluminoso invece il portabagagli.

Kinetic 2.0, Design di ultima generazione

Il Kinetic 2.0 è l’ultima evoluzione del linguaggio stilistico della Casa dell’Ovale Blu, inaugurato dal Concept Evos e attualmente riconoscibile sulla Ford Fusion, sulla Ford Fiesta e sulla Ford Focus.

Caratterizzato dalla griglia anteriore esagonale, dai fari angolari e da linee tese ma fluide, conferisce alle vetture Ford di ultima generazione un aspetto più dinamico e “atletico”, combinando allo stesso tempo quella sportività ed eleganza tipiche delle vetture Premium di alta gamma.

Esteticamente la nuova B-Max si riconosce a pieno in questo stie.

I motori più efficienti del segmento

È ancora tutto da dimostrare ma, secondo i dati rilasciati dalla Casa, la nuova Ford B-Max si posizionerà al vertice della categoria come campione di consumi ed emissioni.

Nel parco motori della Mpv ci sarà infatti il tre cilindri benzina EcoBoost da 1,0 Litri e 120 CV (menzionato qui in conferenza a Barcellona da Bill Ford) con consumi ed emissioni pari a 4,9 litri/ 100 km e 114g/km di CO2 secondo Ford questi dati parlano di consumi il 15% inferiori alle altre concorrenti del segmento.

Sul fronte diesel c’è invece il 1,6 litri TDCi da 95 CV che consumerebbe 4,0 litri di gasolio ogni 100 km percorsi con emissioni di CO2 pari a 104g/km. Anche questo, nel segmento delle Mpv, si posizionerebbe come il migliore in assoluto.

I motori della B-Max sono inoltre dotati di sistema Start/Stop oltre che di un EcoMode, l’indicatore di cambio di marcia che suggerisce il miglior stile di guida per ottimizzare i consumi.

Nuova Ford B-Max 2012: la monovolume compatta presentata a Barcellona

L'opinione dei lettori