• pubblicato il 14-03-2014

Jaguar XE: primi dettagli tecnici

di Junio Gulinelli

Nuova piattaforma modulare iQ[Al] e nuova famiglia di motori Ingenium per la futura berlina Premium del Giaguaro

La prossima novità di Casa Jaguar ha già un nome, si chiamerà XE e arriverà durante il prossimo anno. La Casa inglese ha rilasciato la prima immagine del frontale della nuova berlina compatta e le prime informazioni tecniche.

Il suo compito sarà competere – non solo in Europa, ma su tutti i principali mercati globali - con le “grandi” berline premium del calibro di BMW Serie 3, Mercedes Classe C e Audi A4.

Nuova piattaforma modulare iQ[Al]

La nuova Jaguar XE sarà costruita su una nuova piattaforma modulare in alluminio denominata iQ[Al] e che sarà sfruttata per ogni tipo di veicolo del brand, tra cui anche la futura SUV C-X17 e più avanti anche dalla erede della XF.

In maniera specifica, per la nuova XE di Jaguar, questa soluzione tecnica si tradurrà in una trazione posteriore o integrale.

Realizzato con differenti leghe di alluminio, questo pianale risulta essere molto tecnico e consentirà, per il futuro, anche l'utilizzo di materiali ultraleggeri come la fibra di carbonio.

Nuova gamma motori Ingenium

Con questa nuova piattaforma e una gamma motori tutta rinnovata, rinominata Ingenium, è chiaro che la futura Jaguar XE non arriverà sul mercato solo per fare presenza...

Dai vertici della firma d'oltremanica assicurano che i nuovi quattro cilindri da 2,0 litri, sia diesel che a benzina, garantiranno ottime prestazioni, saranno molto leggeri, e molto efficienti in termini di emissioni e consumi.

Nello specifico, al Salone di Ginevra 2014, è stato affermato che questi propulsori arriveranno, nelle versioni più “tirate”, a raggiungere i 300 km/h di velocità massima con emissioni inferiori ai 100g/km.

Queste unità Ingeniuem sono state pensate, infatti, per accettare qualsiasi tipo di sovralimentazione, dal semplice turbo al compressore volumetrico passando per il doppio turbo; o addirittura anche una combinazione di turbo + compressore volumetrico.

Jaguar XE: primi dettagli tecnici

L'opinione dei lettori