• pubblicato il 11-10-2013

Nuova Mini 2014: avrà fino a 10 varianti differenti

di Junio Gulinelli

La piccola anglotedesca, basata sulla nuova piattaforma UKL di BMW, arriverà la prossima estate e ne vedremo fino a 10 versioni differenti.

Con la prossima generazione della nuova Mini inizierà una nuova tappa della piccola anglotedesca.

La gamma 2014 potrà, infatti, proporre fino a 10 varianti differenti grazie alla nuova piattaforma denominata UKL, condivisa con le future BMW (come ad esempio la nuova BMW Serie 1 Active Tourer)

Fino a 10 varianti di gamma, e aumenta la produzione

Lo ha raccontato Peter Schwarzenbauer, responsabile del dipartimento post-vendite della firma alla rivista Automotive News.

E, inoltre, sembra che la produzione della gamma Mini sarà aumentata e utilizzerà i vecchi stabilimenti olandesi di Mitsubishi, ora di proprietà del costruttore VDL.

Lo scorso anno abbiamo prodotto e venduto 300.000 unità e ora stiamo espandendo questa capacità”, ha detto Schwarzenbauer.

Sicura la versione ibrida plug-in, a studio anche l'elettrica

Inoltre, riguardo la possibile produzione di 10 varianti della prossima generazione Mini, il responsabile del marchio ha anche dichiarato che si sta pensando a possibili versioni elettriche.

Sicuramente vedremo una Mini ibrida plug-in “anche se prosegue lo studio su possibili versioni elettriche al 100%”.

Disponibile a partire dalla prossima estate

E ancora, Schwarzenbauer avrebbe confermato la data in cui entrerà in commercio la nuova Mini: “Arriverà in Europa e Stati Uniti in Primavera e sarà disponibile, sicuramente, a partire dalla prossima estate”.

Nuova Mini 2014: avrà fino a 10 varianti differenti

L'opinione dei lettori