• pubblicato il 18-11-2013

La nuova Mini 2014: le foto e le informazioni ufficiali

di Junio Gulinelli

Presentata la nuova compatta anglo tedesca. Tutta rinnovata con una nuova piattaforma, nuovi motori e tecnologie di ultima generazione.

La terza generazione della Mini era una delle novità più attese del 2013 e finalmente la marca anglo/tedesca l'ha presentata presso gli stabilimenti di Oxford.

Solo mancava vederla, infatti già erano state rilasciate praticamente tutte le informazioni tecniche.

Esteticamente la nuova Mini 2014 rimane molto fedele al suo design attuale, che è anche uno dei suoi punti vincenti.

Il look rimane, dunque, quello tradizionale a cui siamo abituati ma le novità “interne” introdotte la rendono praticamente un'auto tutta nuova: nuovi motori, nuova piattaforma, nuove tecnologie e nuove soluzioni tecniche.

Nuova griglia frontale e carreggiata allargata

Fuori il cambiamento che si nota di più riguarda il frontale che sfoggia una griglia anteriore inedita.

Le dimensioni sono cresciute, ora la Mini misura 98 mm in più in lunghezza (382 cm), in larghezza 44 (173 cm), in altezza 7 (141 cm). Anche il passo cresce arrivando ora a 250 mm e le carreggiate sono più ampie di 42 mm davanti, 34 mm dietro. Il tutto, naturalmente, a vantaggio di un maggiore spazio all'interno dell'abitacolo.

F56, il nuovo pianale condiviso con la BMW Active Tourer

E ancora, la nuova Mini 2014 cambia piattaforma affidandosi al pianale F56, che condividerà con altri modelli del Gruppo BMW, come ad esempio la futura Serie 1 (la Active Tourer) a trazione anteriore.

Questa soluzione continuerà a proporre, al posteriore, la sospensione multibraccio (aggiornata però con nuovi bracci in alluminio e carreggiate allargate) abbinata alla McPherson all'anteriore.

Gli ammortizzatori saranno gestiti da un nuovo sistema di controllo elettronico, con un doppio settaggio che permetterà di scegliere una modalità più confortevole o una più sportiva.

Inoltre, la gestione elettronica dello sterzo (servosterzo elettrico EPS) permetterà un effetto di compensazione degli effetti della coppia soprattutto per quelle varianti più potenti della nuova Mini.

Dieta dimagrante e novità per la sicurezza

Grande attenzione, poi, è stata posta all'aspetto peso.

Quest'ultimo è stato ridotto grazie all'uso di materiali leggeri come uno speciale alluminio e diversi processi produttivi utilizzati per ottimizzare la quantità di materiale usato per ogni componente.

E l'ultimo capitolo, quello relativo alla sicurezza, tra le altre novità, comprende, per la prima volta sulla gamma Mini, l'introduzione di un cofano attivo che si alza leggermente in caso di urto con un pedone in modo da limitarne i danni.

Parco motori rinnovato

Per quanto riguarda il parco motori la nuova Mini 2014 sarà proposta con l'inedito tre cilindri da 1,5 litri sviluppato interamente da BMW (che abbandona per questa generazione la collaborazione con il Gruppo PSA).

I motori Benzina della nuova Mini 2014

Questa nuova unità eroga 138 CV di potenza massima con una coppia motrice di 220 Nm a soli 1.250 giri, che diventano 230 Nm con la funzione Overboost.

Al lancio questa sarà la motorizzazione per la Mini Cooper, l'entry level per il momento. Più avanti uscirà invece una versione più modesta del 1.5 che andrà ad equipaggiare, invece, laMini One.

Sopra al tre cilindri in listino ci sarà un più potente quattro cilindri per la Mini Cooper S, anche questo nuovo, da 2,0 litri con una potenza di ben 190 CV e 280 Nm di coppia (300 Nm con l'Overboost).

Entrambi questi motori turbo avranno a loro disposizione tutta la tecnologia BMW con distribuzione variabile, iniezione diretta e turbo installato direttamente nel collettore.

Il nuovo Diesel della Mini 2014

Per chi preferisce affidarsi al Diesel, invece, la nuova Mini potrà essere equipaggiata con il tre cilindri da 1,5 litri che offre 118 CV di potenza e 279 Nm di coppia massima.

Secondo BMW questa nuova meccanica consuma il 7% in meno rispetto al Diesel della generazione attuale (4,1 litri/100km).

Novità anche per la trasmissione

Per quanto riguarda la trasmissione, anche questo reparto porterà novità con la terza generazione Mini.

Il nuovo cambio manuale è infatti dotato di un sensore per la gestione elettronica capace di adattare automaticamente i giri del motore in scalata, mentre quello automatico si servirà del GPS per selezionare il rapporto migliore e rendere ancora più efficiente la guida.

La nuova Mini 2014: le foto e le informazioni ufficiali

L'opinione dei lettori