• pubblicato il 08-11-2012

Opel Adam: scartata l'idea dell'elettrica, ma forse arriva la OPC da 180 CV

Il marchio tedesco scarta l'ipotesi di una versione a emissioni zero. Forse nel 2013 una concept con il 1.4 sovralimentato da 180 CV.

Dieter Metz, a capo del dipartimento di sviluppo Opel, ha dichiarato che il marchio tedesco ha ufficialmente scartato l'ipotesi di produrre una variante elettrica della Opel Adam, la nuova piccola city car del fulmine (recentemente presentata al Salone di Parig 2012).

Sarebbe troppo elevato, secondo Metz, il costo del progetto, tra l'altro con una incerta risposta da parte del mercato.

Ad alimentare l'ipotetica variante elettrica della Opel Adam ci sarebbe comunque stato il nuovo sistema elettrico sviluppato da General Motors, lo stesso della Spark/Aveo.

Resta in piedi, però, l'ipotesi della Adam OPC

Questa delusione viene però risollevata da un'altra possibilità, ovvero la realizzazione di una Opel Adam cattiva, una variante OPC che potrebbe andare ad insidiare le altre piccole sportive come la Twingo RS o l'Abarth 500.

Il progetto Opel Adam OPC, ancora soltanto un'ipotesi, prevederebbe, infatti, l'utilizzo del potente 1.4 sovralimentato di Opel con a disposizione ben 180 CV, quasi troppi per una urban car di soli 3,7 metri di lunghezza.

Per ora, dalla rivista inglese EVO è arrivata la notizia che i responsabili della Casa tedesca avrebbero accennato ad una possibile versione concept della Adam sportiva nel 2013 che potrebbe poi uscire sul mercato nel 2014.

Opel Adam: scartata l'idea dell'elettrica, ma forse arriva la OPC da 180 CV

L'opinione dei lettori