• pubblicato il 03-07-2013

Opel Insignia Country Tourer 2013: le prime foto e informazioni ufficiali

di Junio Gulinelli

Svelata dalla Casa tedesca la versione “campagnola” della familiare. Con trazione integrale, differenziale autobloccante anti slittamento e due motorizzazioni Diesel.

Aggiornata la Opel Insignia 2014 nelle sue versioni berlina e familiare, Opel non perde tempo e svela un'altra novità per la gamma, la Opel Insignia Country Tourer 2013. Questa andrà a sostituire il modello fin'ora conosciuto come Insignia Cross Four.

Una versione familiare crossover

La Opel Insignia Country Tourer è una familiare in versione crossover con sospensioni rialzate di 20 mm rispetto al resto della gamma Insignia, e con protezioni per la carrozzeria.

Inoltre questa nuova variante della Insignia potrà contare su un sistema di trazione integrale con frizione centrale di tipo Haldex e differenziale autobloccante anti slittamento.

Disponibili solo due Diesel per l'Italia

Per quanto riguarda le motorizzazioni, la Opel Insignia Country Tourer avrà a disposizione tre propulsori, tutti sovralimentati mediante turbo: il nuovo 2.0 Sidi a benzina da 250 CV (non disponibile per l'Italia) e due diesel, il 2.0 CDTI 163 CV e 350 Nm e la variante BiTurbo da 195 CV e 400 Nm con doppio terminale di scarico posteriore.

La trasmissione può essere manuale a sei marce o automatica a sei rapporti (nel caso della BiTurbo questa è l'unica alternativa disponibile).

Nuovi dettagli estetici e sistema multimediale

Il resto delle novità della Opel Insignia Country Tourer sono le stesse della nuova Insignia 2013 con tratti estetici leggermente rivisti, nuovi gruppi ottici con luci a LED, nuove cromature e aerodinamica migliorata.

A bordo troviamo nuovi rivestimenti e sistema multimediale con touch screen da 8 pollici e con funzione di comandi gestuali.

La prossima settimana verranno rivelati anche i prezzi etutti glia ltri dettagli della nuova Opel Insignia Country Tourer 2013.

Opel Insignia Country Tourer 2013: le prime foto e informazioni ufficiali

L'opinione dei lettori