• pubblicato il 24-11-2016

Peugeot 301 2017, il restyling

di Junio Gulinelli

La gemella della C-Elysee, destinata ai mercatri emergenti, si rinnova

Nata nel 2012 e destinata principalmente al mercato Turco (e ad altri mercati emergenti) la Peugeot 301, venduta fino ad ora in 360.000 unità, si rinnova. La berlina di segmento B del Leone continua a puntare tutto sull'abitabilità e la capacità di carico del bagagliaio, dal leader nella categoria delle tre volumi di segmento B.

Mantenendo questi punti di forza, si aggiorna adottando gli ultimi codici stilistici del marchio che si traducono nella griglia anteriore verticale, nei fari a filo con la carrozzeria e nei gruppi ottici che ora adottano la tecnologia Full Led.

All'interno dell'abitacolo arriva lo schermo touch da 7 pollici che fa da interfaccia al sistema multimediale, alla telecamera per la retromarcia e al sistema di navigazione 3D di TomTom.

Per la prima volta, poi, si potrà interfacciare anche con lo smartphone grazie alla tecnologia Mirror Screen.

La nuova Peugeot 301, gemella della Citroen C-Elysee, adotterà l'ormai nota motorizzazione 3 cilindri a benzina PureTech – già montata su oltre un milione di vetture del marchio francese in tutto il mondo – e il cambio automatico EAT6, forte della tecnologia Quickshift, che sarà proposto in abbinamento alla motorizzazione 1.6 Vti da 115 CV. Sul fronte diesel ci sarà invece il 1.6 BlueHDi da 100 CV. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Peugeot 301 2017, il restyling

L'opinione dei lettori