• pubblicato il 28-06-2016

Porsche Panamera 2017: prime fotografie e informazioni ufficiali

di Junio Gulinelli

Debutta a Berlino la seconda generazione della gran turismo di lusso a quattro porte di Zuffenhausen

Dopo sette anni dal suo arrivo sul mercato la berlina a quattro porte ultra sportiva di Casa Porsche compie il salto generazionale. A Berlino, in occasione di un evento dedicato, il marchio di Zuffenhausen ha svelato questa sera, in anteprima mondiale, la seconda generazione della Porsche Panamera. Si tratta di una trasformazione radicale attraverso cui tutti gli aspetti di questa gran turismo di lusso sono stati sistematicamente migliorati.

Look ridefinito, nuovi motori e trasmissioni ottimizzate, telaio perfezionato e l'introduzione di sistemi di ultima generazione come l'asse posteriore sterzante e il sistema attivo di compensazione del rollio, rendono la nuova Porsche Panamera una delle berline a 4 porte più esclusive sul mercato.

Look più maturo

Il look estetico della seconda Panamera è ora decisamente più maturo. Ridefinito attraverso proporzioni più dinamiche, passaruota pronunciati, fianchi atletici e una linea del tetto ancora più filante e di 20 mm più bassa al posteriore. Il design della coda è stato re-inquadrato nel nuovo linguaggio stilistico di Porsche, direttamente ispirato alla nuova Porsche 911.

Abitacolo profondamente reintepretato, dall'analogico al digitale

Porsche Panamera 2017 sfoggia anche un abitacolo profondamente reinterpretato con molta più tecnologia di bordo che viene incontro alle odierne esigenze di connettività e infotainment. L'interfaccia utente del grande touch screen da 12,3 pollici (interamente configurabile) sulla plancia centrale è stata semplificata e resa più intuitiva, mentre i tasti fisici sono stati notevolmente ridotti a vantaggio di un ambiente più sobrio e minimal. Il tachimetro, in posizione centrale nel Porsche Advanced Cockpit con doppio schermo da sette pollici, è un omaggio alla Porsche 356 A del 1955. Il classico si mescola dunque con il moderno per ridefinire in chiave più attuale la filosofia Porsche.

Tecnologia al top e guida semi-autonoma

Il bagaglio tecnologico della nuova Porsche Panamera è forse l'arma in più che la contrappone alla sua unica rivale sul mercato, la Maserati Quattroporte. La berlina sportiva di lusso tedesca punta sulla guida autonoma. Avrà infatti in dotazione il sistema cruise control adattivo con funzione Stop&Go, avanzati sistemi di riconoscimento della corsia, radar e telecamera per riconoscere pedoni e oggetti sulla carreggiata. Questo pack, che si chiama Porsche InnoDrive, sarà implementato dal sistema di visione notturna e dalla funzione di copilota virtuale per ottenere la massima efficienza grazie alla gestione del powertrain attraverso variabili come il traffico, le pendenze del tragitto e le informazioni raccolte dal sistema di navigazione. L'introduzione del sistema di infotainment Porsche PCM assicura, inoltre, le ultime evoluzioni in quanto a connettività, navigazione attraverso Google Maps e compatibilità con Apple Car Play.

Motorizzazioni tutte nuove, V6 e V8

Porsche Panamera di seconda generazione arriva con importanti novità anche sotto il profilo meccanico. Tutti i motori sono nuovi, tanto il V6 TwinTurbo a benzina quanto i V8 Twin-Turbo diesel e benzina. Tutte le varianti saranno abbinate alla nuova generazione del cambio automatico a doppia frizione PDK con otto rapporti. La Versione Turbo sarà quella che adotterà l'inedito (per Porsche) sistema dell'asse posteriore sterzante.

Porsche Panamera Turbo 2017

Sarà equipaggiata con il V8 Twin-Turbo da 4.0 litri con 550 CV tra i 5.750 e i 6.000 giri e una coppia di 850 Nm tra i 1.000 giri e i 3.250 giri. Prestazioni: 0-100 km/h in 3,8 secondi (3,6 sec. Con pacchetto Sport +) e 306 km/h di velocità massima. (9,4l/100km).

Porsche Panamera 4S Diesel 2017

A spingerla ci sarà il V8 4.0 da 422 CV di potenza tra i 3.500 e i 5.000 giri con una coppia motrice massima di 770 Nm tra i 1.960 e i 4.500 giri. Prestazioni: 0-100 in 4,5 secondi (4,3 sec. Con il pacchetto Sport +) e 285 km/h di velocità massima (6,8 – 6,7 l/100 km).

Porsche Panamera 4S

Sotto il cofano di questa versione pulsa il V6 TwinTurbo da 2,9 litri con 440 CV di potenza tra i 5.650 e i 6.600 giri e una coppia di 550 Nm tra i 1.750 e i 5.500 giri. Prestazioni: scatta da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi (4,2 con pacchetto Sport +) e raggiunge i 289 km/h di velocità massima. (8,2-8,1l/100 km).

Chassis raffinato. Asse posteriore sterzante ma non solo...

Nonostante Porsche Panamera, in questa seconda generazione, sia ancora più confortevole e lussuosa della prima versione, gli ingegneri Porsche hanno voluto migliorarne e aumentarne anche le sue doti dinamiche e sportive. Per questo Panamera adotta l'asse posteriore sterzante, lo sterzo elettromeccanico, il Porsche Active Suspension Management (PASM), il Porsche Dynamic Chassis Control Sport (PDCC Sport) e il Porsche Torque Vectoring Plus. Tutte soluzioni che renderanno agile, ben piazzata ed estremamente precisa una grande vettura come la Panamera, dalle dimensioni e dal peso (in questo caso ridotto) considerevoli.

 
Porsche Panamera 2017: prime fotografie e informazioni ufficiali

L'opinione dei lettori