• pubblicato il 17-03-2014

Nuova Twingo: DNA 100% Renault

di Junio Gulinelli

La III generazione della city car della Losanga ispirata alle Icone della storia Renault

La nuova Renault Twingo irrompe nel segmento delle city car con una carica di novità che la rende oggettivamente innovativa.

Al Salone di Ginevra, insieme alla nuova piccola della Losanga, abbiamo visto rinnovarsi anche il fronte delle piccolissime PSA/Toyota (Citroen C1, Peugeot 108 e Toyota Aygo).

Ma la transalpina Twingo ha delle caratteristiche che la fanno emergere rispetto alle altre con delle soluzioni tecniche e stilistiche che portano una ventata di innovazione nella categoria.

Il cuore di questo cambio "radicale" risiede, soprattutto, nella meccanica che propone una soluzione a motore e trazione posteriori.

E come spesso avviene nel mondo dei motori, quando si tratta di fare un salto generazionale importante, l'ispirazione arriva dal passato.

In questo caso il team di designer e ingegneri – capitanato da Laurens van den Ackeren - ha preso come modello di riferimento un mito della storia della Casa francese, la Renault 5.

L'ombra della Renault 5

Dal DNA di quest'auto del passato riprende i cromosomi stilistici e meccanici.

Spunti stilistici

Le line rotonde e compatte della nuova Twingo – che erroneamente sono state paragonate a quelle della 500 di casa Fiat... – si ispirano in realtà alla piccola utilitaria degli Anni '70/'80.

Basta confrontare con questa i fianchi larghi, gli sbalzi estremamente corti, le linee dei fari posteriori e l'inclinazione del lunotto.

Ritorna la trazione posteriore

La meccanica, invece, ripropone quello schema che Renault adottò per la versione da corsa, la Renault 5 Turbo, spinta da una sportiva trazione posteriore (scelta per competere nei rally).

E il pensiero non può non andare anche alle 4CV ed R8-R10, le ultime vetture di serie Renault a trazione posteriore (come anche la Clio V6 del XXI secolo), vere icone della Casa francese.

La terza generazione della Twingo di simile, quindi, rispetto ad alcune piccole del mercato – tipo Fiat 500 o Mini – ha la sua ispirazione al passato, per lei originale Renault al 100%.

E un grande aiuto, naturalmente, è arrivato dalla collaborazione con Daimler nello sviluppo della piattaforma che la Twingo 2014 condividerà con la nuova Smart che dovremmo vedere dopo l'estate al Salone di Parigi.

 
I

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Nuova Twingo: DNA 100% Renault

L'opinione dei lettori