• pubblicato il 23-01-2014

Seat Leon ST 4Drive: la station wagon spagnola con la trazione integrale

di Junio Gulinelli

La familiare spagnola a quattro ruote motrici arriva in Primavera.

Sarà in Primavera il momento del debutto in Italia della nuova familiare spagnola con trazione integrale, la Seat Leon ST 4Drive.

La Casa iberica la proporrà nel nostro paese con due motorizzazioni: il 1.6 TDI CR  da 105 CV e il 2.0 TDI CR da 150 CV (disponibile in un secondo momento, in Estate).

Considerato il segmento, i consumi della variante 4Drive della Leon ST sono da prendere nota: si attestano rispettivamente per le due motorizzazioni sui 4,5 e 4,8 l/100 km (dati rilasciati dalla Casa ma ancora in fase di omologazione).

La nuova Leon ST 4Drive con motore 2.0 TDI CR 150 CV eroga un coppia massima di 320 Nm, passa da 0 a 100 km/h in 8,7 secondi e raggiunge la velocità massima di 211 km/h. La 1.6 TDI, invece, accelera da 0 a 100 km/h in 12,0 secondi e raggiunge una velocità massima di 187 km/h.

La trazione integrale 4Drive, di tipo Haldex

La trazione integrale 4Drive sfrutta una frizione multidisco a comando idraulico e controllo elettronico di nuova concezione: la frizione Haldex di quinta generazione che reagisce in modo estremamente rapido a tutti i possibili comandi, garantendo considerevoli vantaggi in termini di sicurezza attiva e dinamica della vettura.

Nell’ottica della distribuzione del carico sugli assi, la frizione è posizionata all’estremità dell’albero motore, di fronte al differenziale dell’asse posteriore. All’interno si trova un pacchetto multidisco in bagno d’olio. I dischi metallici della frizione sono ordinati in coppie disposte una dietro l’altra: un disco di ciascuna coppia è stabilmente collegato alla gabbia della frizione, che ruota insieme all’albero motore. L’altro disco ruota con l’albero di trasmissione verso il differenziale dell’asse posteriore.

Durante il normale funzionamento, la frizione trasmette la maggior parte della potenza alle ruote anteriori. Qualora la loro trazione diminuisca, la coppia viene gradualmente trasmessa alle ruote posteriori in pochi millesimi di secondo. Un pistone mantiene compresso il pacchetto multidisco al fine di raggiungere la necessaria pressione dell’olio. La frizione di nuova generazione non richiede più l’utilizzo di un accumulatore di pressione, risultando significativamente più compatta e 1,4 chilogrammi più leggera rispetto a quelle precedenti.

Tanta tecnologia a servizio della guida

La nuova Leon ST 4Drive, inoltre, offre un’ampia gamma di soluzioni tecnologiche. Il sistema di comando dinamico EDS alle quattro ruote (bloccaggio elettronico del differenziale su entrambi gli assi), il sistema differenziale elettronico ottimizzato per una migliore trazione nei tratti in curva (XDS), il programma elettronico di stabilizzazione e il sistema di frenata multipla (Multi Collision Brake) garantiscono la massima sicurezza.

Inoltre, la nuova versione offre i proiettori full LED, il radar di prossimità (ACC) con sistema di frenata di emergenza, il dispositivo per il riconoscimento della stanchezza e il dispositivo di assistenza al mantenimento della corsia (Lane Assist) tra le dotazioni high- tech disponibili a richiesta.

Seat Leon ST 4Drive: la station wagon spagnola con la trazione integrale

L'opinione dei lettori