Anteprime

Renault: prima auto autonoma nel 2023

La Casa francese presenta la road map che la porterà, entro 5 anni, alla guida autonoma

Molte marche lavorano allo sviluppo della guida autonoma, ma non tutte, ancora, sono pronte a fissare una data per l’arrivo della prima auto che si guida da sola.

Renault fa un passo avanti e dichiara che nel 2023 metterà in commercio la sua prima auto in grado di circolare senza l’intervento del guidatore, in autostrada (almeno in inizialmente). Secondo il gergo tecnico si tratterebbe di un’auto dal livello 4 di guida autonoma (su una scala da 0 a 5), in cui il guidatore può lasciare il volante solo in determinati momenti.

Di fatto la marca della Losanga, che dirige il piano nazionale francese di guida autonoma, può già contare sulla Symbioz (gallery in apertura), prototipo in grado di sorpassare da solo, adattarsi alla velocità del traffico e, addirittura, passare attraverso un casello in autostrada.

News

Guida autonoma, i livelli: da 0 a 5

La classificazione della SAE - Society of Automotive Engineers 

La road map verso la guida autonoma

Questo progetto rientra nel piano lanciato nel 2016 che prevede l’arrivo, entro il 2022, di oltre 40 veicoli dell’alleanza Renault Nissan con tecnologie di guida autonoma. Il marchio francese, che non è stato uno dei pionieri della guida autonoma come Volvo o Audi, promette quindi di essere il primo a portare su strada un veicolo con caratteristiche eyes-off/ mind-off.

La road map di Renault verso la guida autonoma prevede l’arrivo nel 2019, nel segmento B, di un auto autonoma di livello 2 (con mantenimento automatico della corsia e cruise control attivo).

Sempre entro il 2020 verrà portato a termine lo sviluppo della tecnologia mind-off con prove reali in diversi paesi europei. in seguito, tra il 2020 e il 2023, Renault ha annunciato l’arrivo di 15 modelli di livello autonomo compreso tra il 2 e il 4 in Cina, Corea del Sud, Giappone ed Europa.

La guida autonoma su diverse corsie arriverà nel 2021 e, dal 2023, Renault pretende introdurre sul mercato auto con “funzioni di delega graduale del controllo al veicolo”. Questo passaggio di controllo del mezzo dall’uomo alla macchina avverrebbe inizialmente su percorsi prestabiliti, ad esempio, tra casa e ufficio.