Aston Martin DB7 Volante
  • pubblicato il 16-05-2010

Auto usate - La sportiva: Aston Martin DB7 Volante (2000)

di Marco Coletto

"Bastano" 50.000 euro per portarsi a casa l'esclusiva cabriolet britannica. Il problema più grande è trovare un esemplare...

Quando una supercar compie dieci anni di vita, tendenzialmente smette di svalutarsi. Le sue quotazioni cominciano ad assestarsi o addirittura a crescere, difficilmente caleranno in futuro. Con 50.000 euro (il prezzo con cui oggi ci si porta a casa un'Audi A5 Cabrio) si può acquistare l'Aston Martin più venduta della storia - la DB7, 7.000 esemplari - nella variante scoperta Volante del 2000. Il problema maggiore é trovarla, scopriamo i suoi pregi e difetti.

ABITABILITÀ - Anche se secondo il libretto ha quattro posti, i due sedili posteriori sono utili solo per appoggiarci sopra le giacche. Anche il guidatore non ha molto spazio per le gambe.

FINITURA - La plancia assemblata a mano e i rivestimenti in pelle Connolly fanno la loro figura. Tutti i particolari sono assemblati meravigliosamente, anche se alcune componenti di origine Ford (dal 1994 al 2007 la Casa britannica ha fatto parte del colosso americano) stonano: le maniglie interne sono le stesse della Mazda MX-5 mentre i tasti sulla console centrale derivano dalla Mondeo...

DOTAZIONE DI SERIE - Antifurto, autoradio, cerchi in lega, climatizzatore, cruise-control, fendinebbia, interni in pelle, sedili regolabili elettricamente e vernice metallizzata. Un elenco più adatto ad un'ammiraglia che ad una sportiva.

CAPACITÀ BAGAGLIAIO - 150 litri non bastano nemmeno per ospitare le valigie di una coppia per il week-end.

POSTO GUIDA - La posizione di guida é sportiva, pure troppo: la gamba destra si incastra tra il volante (con poche possibilità di regolazione) e la plancia.

CLIMATIZZAZIONE - Il flusso e la portata dell'aria raggiungono l'eccellenza ma i tasti Ford sono tutt'altro che esclusivi.

SOSPENSIONI - Lo schema a quadrilateri anteriori e posteriori é abbinato a degli ammortizzatori morbidi: la DB7 assorbe le buche con estrema facilità. Siamo davanti ad una delle supercar più confortevoli del mondo...

RUMOROSITÀ - Viaggiando ad andature normali é silenziosa quasi come una Lexus, schiacciando forte sul pedale dell'acceleratore può scatenare l'inferno.

MOTORE - Il 3.2 a sei cilindri in linea sovralimentato da 332 CV ha una coppia di 490 Nm. Gli esigenti potrebbero preferire la V12 Vantage da 420 CV, ma quando si viaggia scoperti che senso ha cercare le prestazioni?

CAMBIO - Manuale a soli cinque rapporti. Tra gli optional gratuiti era previsto un automatico: cercate un esemplare dotato di questo tipo di trasmissione per sfruttare al massimo le doti di comfort della vettura.

STERZO - Lento, morbido e impreciso alle basse velocità, tende ad irrigidirsi all'aumentare dei km/h. Ma non abbastanza.

PRESTAZIONI - 250 km/h di velocità massima e uno "0-100" da 6 secondi. Se la cava meglio sulle strade della Costa Azzurra che sul circuito del Nürburgring.

DOTAZIONE DI SICUREZZA - ABS e doppio airbag. Niente controlli di stabilità e trazione: la guida al limite é riservata ai veri piloti.

VISIBILITÀ - Come ogni supercar che si rispetti si sta seduti molto in basso. Con la capote chiusa si fatica a parcheggiare.

FRENI - Spazi ridottissimi e nessun segno di affaticamento. Incredibile se si tiene conto del peso elevato (1.915 kg) della scoperta britannica.

TENUTA DI STRADA - Gli ingombri esterni (4,65 metri di lunghezza per 1,83 m di larghezza) uniti ai chili di troppo non sono certo l'ideale per il misto stretto. Se la cava meglio nelle curve veloci, dove si dimostra sempre stabile. Lo abbiamo già detto ma lo ribadiamo: attenzione quando si va forte, non c'é l'ESP...

PREZZO - Da nuova costava 247 milioni e mezzo di lire (127.823 euro), ora ne bastano meno di 50.000, sempre che si riesca a trovarla. Con la stessa cifra ci si porta a casa un'Audi A5 Cabrio 2.7 TDI nuova.

TENUTA DEL VALORE - Difficilmente la quotazione scenderà sotto i 40.000 euro. La DB7 ha trasformato l'Aston Martin da produttore di nicchia a icona dell'automobilismo sportivo "british". Acquistarla ora può essere un affare.

CONSUMO - Le percorrenze si aggirano intorno ai 7,4 km/l. Il motore, purtroppo, é solo Euro 2.

GARANZIE - La copertura globale (che durava un anno) é scaduta nell'ormai lontano 2001.

Auto usate - La sportiva: Aston Martin DB7 Volante (2000)

L'opinione dei lettori