• pubblicato il 13-02-2011

Duello SUV: Honda CR-V contro Kia Sportage

di Marco Coletto

Quando si acquista una 4x4 turbodiesel è meglio puntare sugli emergenti coreani o spendere qualcosa in più per portarsi a casa una rassicurante giapponese? La risposta su Panoramauto di febbraio

Il mondo delle SUV asiatiche non è popolato esclusivamente da Nissan e Toyota. La Honda CR-V e la Kia Sportage sono due modelli in grado di soddisfare completamente le esigenze del cliente italiano medio: la prima punta sulla tecnologia, la seconda sul prezzo allettante (30.551 euro per la più lussuosa 2.0 CRDI Class AWD automatica). L'esito del duello su Panoramauto di febbraio.

La Sport Utility giapponese è penalizzata da un design poco moderno (è stata presentata nel 2006) ma ha una meccanica eccellente. Il motore, pur non essendo potentissimo (150 CV), ha un'ottima spinta in basso e un discreto allungo: peccato per il cambio automatico lento che predilige il comfort alle prestazioni. La sicurezza è garantita da una tenuta di strada perfetta.

La Kia risponde con uno stile originale e una base tecnica condivisa con la Hyundai ix35. Rispetto alla generazione precedente il comportamento in off-road è peggiorato: una buona notizia per chi guida spesso su asfalto (le sospensioni sono morbidissime e il comfort acustico è da dieci e lode). Il propulsore ha solo 136 CV e il piacere di guida nelle curve viene smorzato da un ESP troppo "apprensivo".

Gli interni della CR-V sono realizzati con materiali poco appariscenti ma solidi. L'originalità dell'abitacolo si nota solo in alcuni dettagli come la leva del freno a mano e i sedili - oltre ad essere ampiamente regolabili - trattengono perfettamente il corpo. Cinque persone stanno davvero comode a bordo, merito anche del pavimento posteriore (quasi) piatto. Tra i numerosi "gadget" presenti segnaliamo l'AFS, che riporta l'auto in traiettoria in caso di invasione della corsia opposta.

Basta aprire la portiera della Sportage per entrare in un'atmosfera in cui la qualità domina. La plancia è composta da plastiche morbide nella parte superiore (rigide, ma ben assemblate, in quella inferiore) ed è caratterizzata da un ampio e comodo navigatore montato in posizione centrale. Davanti alla leva del cambio sono presenti prese Usb e Aux ma i sedili non sono così confortevoli (poco profilati) come quelli della rivale nipponica.

Duello SUV: Honda CR-V contro Kia Sportage

L'opinione dei lettori