Traffico
  • pubblicato il 22-02-2011

Gli italiani alla guida: vizi e virtù dei nostri compatrioti al volante

di Marco Coletto

Amanti delle strade di montagna immerse nel verde, nemici del traffico e degli automobilisti indecisi. Un'indagine condotta dal brand petrolifero Mobil1 fa chiarezza sul comportamento dei "piloti" tricolori

Gli italiani al volante? Amanti della guida e con una discreta familiarità con la manutenzione della loro auto. Questo emerge da un'inchiesta promossa dal brand petrolifero Mobil1 e condotta da Lightspeed Research Ltd su un campione di 2.507 guidatori.

I "driver" tricolori amano guidare sulle strade di montagna immerse nel verde (51,3% degli uomini) mentre le donne (44,2%) prediligono la città o l'autostrada. Entrambi i sessi sono invece concordi nel detestare lo stare fermi in coda (46,4%) e l'indecisione degli altri automobilisti.

Contrariamente a quanto si può pensare i nostri compatrioti sono attenti allo stato di salute della loro vettura: il 50,9% di loro controlla accuratamente il veicolo prima di partire per un lungo viaggio e il 47,4% delle guidatrici riesce a monitorare autonomamente il livello dell'olio (una cifra comunque lontana dall'84% fatto registrare dalla popolazione maschile).

Per tenersi aggiornato sulle ultime novità nel mondo delle quattro ruote l'italiano medio preferisce rivolgersi a Internet (50%) piuttosto che alla carta stampata (40%). Mezzi d'informazione che sono seguiti dal 46,3% degli intervistati.

Gli italiani alla guida: vizi e virtù dei nostri compatrioti al volante

L'opinione dei lettori