Parabrezza antigelo
  • pubblicato il 10-11-2010

Il parabrezza antigelo: l'ultima invenzione firmata Volkswagen

di Marco Coletto

Parabrezza gelato? Non più. Gli ingegneri Volkswagen sono al lavoro su uno speciale rivestimento che dovrebbe impedire il raffreddamento e l'appannamento del vetro.

Il progetto (ancora in fase di studio) - denominato Low-E (low thermal emissivity, bassa emissività termica) - consiste in una sottile copertura in ossido di indio-stagno da applicare sulla superficie. In questo modo la perdita di calore verrebbe drasticamente ridotta - anche a temperature inferiori a -18°C - eliminando (non del tutto) il rischio di dover ricorrere a soluzioni meno pratiche come il raschiaghiaccio.

Prima di vedere in commercio questa utile (soprattutto nei paesi freddi) invenzione bisognerà ancora attendere qualche anno: per il momento l'idea più innovativa per ovviare a questo problema resta il parabrezza riscaldato elettricamente, che sfrutta resistenze posizionate vicino alle spazzole dei tergicristalli.

Il parabrezza antigelo: l'ultima invenzione firmata Volkswagen

L'opinione dei lettori