Per venire incontro alle esigenze dei non vedenti la Chevrolet Volt potrà emettere degli avvisi acustici
  • pubblicato il 10-06-2011

Il silenzio delle auto elettriche danneggia i ciechi: la soluzione Chevrolet si chiama PFAS

di Marco Coletto

Secondo uno studio dell'NHTSA (l'ente nazionale americano per la sicurezza stradale) i veicoli ad emissioni zero hanno il doppio di possibilità di investire un pedone. Per risolvere il problema la Casa del cravattino ha creato un dispositivo sviluppato in collaborazione con l'associazione statunitense dei non vedenti

Il silenzio offerto dalle auto elettriche e ibride aumenta il comfort ma non è d'aiuto ad alcune categorie di persone come i ciechi. Secondo uno studio dell'NHTSA (l'ente nazionale americano per la sicurezza) un modello ad emissioni zero ha il doppio di possibilità di investire un pedone. Per risolvere questo problema l'ibrida Chevrolet Volt offrirà di serie il sistema PFAS (Pedestrian Friendly Alert System).

Questa soluzione, sviluppata in collaborazione con la NFB (la federazione statunitense dei non vedenti), è attivabile dal guidatore attraverso un pulsante posto all'estremità del devioluci e consente di emettere un allarme sonoro poco fastidioso ma sufficientemente potente per avvisare gli altri utenti della strada della presenza di un veicolo alimentato da batterie. Maggiori dettagli nel video qui sotto.

Prevediamo che questo dispositivo diventerà sempre più comune: entro il 2020, infatti, le vendite di automobili elettriche raggiungeranno le 800.000 unità ed entro l'anno l'Unione Europea dovrebbe legiferare sui loro suoni.

Il silenzio delle auto elettriche danneggia i ciechi: la soluzione Chevrolet si chiama PFAS

L'opinione dei lettori