• pubblicato il 29-09-2010

Lamborghini Sesto Elemento: 570 CV, meno di mille chili

di Marco Coletto

La stupefacente concept di Sant'Agata, costruita quasi interamente in fibra di carbonio, anticipa le caratteristiche principali delle supercar del futuro: potenti ed estremamente leggere

La Lamborghini Sesto Elemento è la regina del Salone di Parigi. Senza se e senza ma. La concept di Sant'Agata svela al mondo come saranno le supercar del futuro: potenti, certo, ma soprattutto estremamente leggere. Il motore 5.0 V10 da 570 CV è lo stesso della Gallardo Superleggera ma la notevole differenza di peso (999 kg invece di 1.340) permette alla vettura di superare i 300 km/h e di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 2,5 secondi (contro i 3,4 del modello attualmente in listino).

La "dieta" ferrea - ottenuta attraverso l'utilizzo di materiali come la fibra di carbonio (il sesto elemento della tavola periodica, ecco spiegato il significato del nome), l'alluminio e il titanio - acquista ancora più valore se si considera la presenza a bordo di componenti "pesanti" come il propulsore dalla cubatura elevata, il cambio automatizzato e.gear a sei rapporti e la trazione integrale. Per tutti i dettagli del prototipo (da cui deriveranno tutte le future Lamborghini di serie) consultate la gallery.

Lamborghini Sesto Elemento: 570 CV, meno di mille chili

L'opinione dei lettori