• pubblicato il 10-02-2010

Le Case automobilistiche piegate dalla crisi

di Marco Coletto

La campagna di richiamo Toyota rischia di far calare ulteriormente le vendite di un gruppo che già perdeva colpi a causa della recessione. Ma ci sono altri brand che se la passano peggio...

Il presidente della Toyota Akio Toyoda ha dichiarato «Faremo tutto ciò che è in nostro potere per riconquistare la fiducia dei nostri clienti».

Dopo i numerosi richiami che hanno coinvolto il colosso giapponese è infatti prevedibile un calo di vendite nei prossimi mesi. Quello che però sfugge ai più è che la riduzione delle immatricolazioni Toyota ha radici più profonde. Nel 2007 (l'ultimo anno senza crisi) furono infatti 890.126 gli acquirenti europei di una Toyota, scesi a 710.369 nel 2009: un calo del 20,2% contro uno globale del 9,3%. Ma le notizie peggiori arrivano dal marchio di lusso Lexus, sceso addirittura del 48,1% in due anni.

Scopriamo insieme le cinque Case che hanno patito maggiormente la crisi economica. I dettagli sulle cause nella gallery.

Chrysler -54,6%

Land Rover -39%

Lexus -48,1%

Mitsubishi -31,1%

Saab -68,3%

Le Case automobilistiche piegate dalla crisi

L'opinione dei lettori