• pubblicato il 30-05-2010

Mercedes E 350 CDI Cabrio BlueEFFICIENCY Avantgarde: il test

di Marco Coletto

L'elegante scoperta della Stella ha il tetto in tela ma è confortevole come una coupé. Motore turbodiesel eccellente, bagagliaio migliorabile. La prova completa su Panoramauto di giugno

La Mercedes E 350 CDI Cabrio BlueEFFICIENCY Avantgarde dimostra che non è necessario un tetto in metallo per ottenere il massimo comfort su una scoperta. Bastano una capote in tela a strati multipli e diverse soluzioni intelligenti che permettono di viaggiare con il vento nei capelli anche nelle giornate fredde. La prova completa su Panoramauto di giugno.

L'erede della CLK Cabrio si differenzia notevolmente dall'ammiraglia da cui prende il nome: rispetto alla classe E berlina è più corta di 17 cm, più stretta di 8 e più bassa di 7. Senza dimenticare il passo accorciato di 11 cm, garanzia di un divertimento di guida superiore. Il comfort è assicurato dall'Airscarf (una "sciarpa" di aria calda - già vista sulla SLK - che fuoriesce dai poggiatesta, optional a 552 euro) e dall'Aircap (828 euro), un deflettore posizionato sopra il parabrezza che riduce le turbolenze ed evita l'effetto "permanente" a chi siede dietro.

Oltre ad essere comoda, la classe E Cabrio sa anche divertire, a meno che non la si spinga al limite (in questo caso lo sterzo diventa impreciso). La scoperta tedesca dà il meglio di sé a velocità da "codice", merito dell'eccellente cambio sequenziale a sette rapporti (poco reattivo in modalità manuale) e del motore, un 3.0 turbodiesel da 231 CV pronto a tutti i regimi.

L'obiettivo di creare una cabriolet con tetto in tela confortevole come una berlina è stato raggiunto dai tecnici di Stoccarda. Il guidatore e i passeggeri sono completamente isolati dai rumori esterni, anche in autostrada. L'unico fastidio avvertibile proviene dalle sospensioni, che generano qualche scossone nell'abitacolo sulle sconnessioni più secche.

Se pensate di utilizzare spesso la vettura in città, i sensori di parcheggio (864 euro) sono d'obbligo: la visibilità posteriore è scarsa a causa dei montanti ingombranti, dei poggiatesta con rollbar inclusi e della posizione di seduta bassa. Nelle partenze al semaforo il propulsore è sempre pronto, il cambio meno.

Il prezzo di 62.407 euro è sensibilmente più alto delle rivali firmate Audi e BMW: la versione più lussuosa Avantgarde (quella testata) ha una dotazione di serie che comprende cambio automatico, fari allo xeno, filtro antiparticolato e navigatore satellitare. L'elenco degli optional è lunghissimo e permette di soddisfare qualsiasi sfizio.

Dal punto di vista della sicurezza la E Cabrio perde il dispositivo (presente sulla berlina) che segnala il cambiamento involontario di corsia. Rimangono invece l'Attention Assist (che riconosce quando il guidatore è stanco, di serie) e il Distronic Plus (1.860 euro, mantiene in automatico la distanza di sicurezza dal veicolo che precede).

Mercedes E 350 CDI Cabrio BlueEFFICIENCY Avantgarde: il test

L'opinione dei lettori