• pubblicato il 09-01-2011

Mitsubishi ASX DI-D: il test

di Marco Coletto

La SUV giapponese rivale della Qashqai convince per i consumi ma è molto rumorosa. La prova completa su Panoramauto di gennaio

Nei mesi scorsi la Mitsubishi ASX ha dimostrato di essere una delle migliori SUV compatte in circolazione. I giornalisti di Panoramauto hanno testato la versione 1.8 DI-D a trazione anteriore. La prova completa sul numero di gennaio.

Nonostante la base sia la stessa della sorella maggiore Outlander la ASX è più corta di ben 37 centimetri. La Sport Utility nipponica può quindi tranquillamente essere usata in città, anche se il cambio dagli innesti contrastati e la frizione dura non aiutano. Le sospensioni sono un po' rigide sui dossi e lo sterzo e lo Start&Stop non sono molto rapidi, in compenso la visibilità è eccellente (aiutata anche dalla telecamera posteriore optional). Il motore, parecchio rumoroso, è prontissimo già a partire dai 1.500 giri ma il cambio automatico non è disponibile nemmeno a pagamento.

Il comportamento stradale è inoltre penalizzato dal rollio mentre nella guida in fuoristrada bastano quattro gomme invernali per affrontare strade sconnesse (gli angoli caratteristici sono buoni). Il bagagliaio è capiente (quanto quello della rivale diretta Nissan Qashqai) e dotato di doppiofondo ma il sedile posteriore non può scorrere in senso longitudinale e mancano alcune "chicche" come il lunotto apribile. L'abitabilità è buona, tranne che in larghezza (sul divano faticano ad accomodarsi tre persone). Le plastiche della plancia sono di scarsa qualità e sui fondi dissestati tendono a scricchiolare.

Il prezzo di 25.951 euro è molto conveniente (la Qashqai supera quota 27.000, la Kuga 30.000) e in più il listino degli accessori comprende solo due voci: la vernice metallizzata (500 euro) e il Luxury&Navi Pack (3.400 euro), che comprende l'impianto audio Rockford Fosgate con 9 altoparlanti, il keyless system, il navigatore satellitare touch-screen, l'hard-disk da 40 GB, il lettore DVD, i sedili in pelle (anteriori riscaldabili con regolazione elettrica lato guida) e telecamera posteriore. I consumi rilevati sono eccellenti (15,4 km/l) e la garanzia è buona (3 anni o 100.000 km).  La dotazione di sicurezza comprende sette airbag, ESP, fari allo xeno, fendinebbia e attacchi Isofix per i sedili posteriori. Ottima la frenata.

Mitsubishi ASX DI-D: il test

L'opinione dei lettori