• pubblicato il 03-03-2010

Nissan Micra: globale e low-cost

di Marco Coletto

Per risparmiare sui costi di produzione la quarta generazione della piccola giapponese verrà costruita in Messico, Thailandia, Cina e India. Venduta in 160 Paesi ma...priva di un motore diesel

In tempi di crisi la nuova Nissan Micra si adegua e adotta la filosofia del risparmio. Addio Europa e Giappone: le fabbriche ora sono in Messico, Thailandia, Cina e India e il numero di componenti si riduce.

La quarta evoluzione della piccola giapponese è una world-car, progettata per piacere in tutti i 160 Paesi in cui verrà venduta. Nel tentativo di accontentare tutti, però, si è perso qualcosa per strada: lo stile della carrozzeria manca di quella originalità che contraddistingueva la versione precedente mentre la plancia ha un aspetto più "cheap".

La nuova Nissan Micra, presentata a Ginevra e acquistabile in Europa a partire da novembre, avrà una dotazione di serie più ricca che comprenderà anche gli airbag a tendina e l'ESP. Tra gli optional, il più curioso è il sistema PSM, che misura lo spazio disponibile per il parcheggio.

Per maggiori dettagli tecnici consultate la gallery.

Nissan Micra: globale e low-cost

L'opinione dei lettori