• pubblicato il 31-01-2011

Pagani Huayra: figlia del vento

di Marco Coletto

L'erede della Zonda, che verrà presentata ufficialmente al Salone di Ginevra, punta sulle prestazioni (oltre 700 CV) ma soprattutto sulla leggerezza. Grazie al carbonio e al titanio pesa solo 1.350 kg

Dopo dodici anni di onorato servizio la Pagani Zonda va in pensione e lascia spazio alla Huayra. La supercar modenese (il cui nome deriva da Huayra Tata, il dio del vento secondo antiche leggende della popolazione sudamericana degli Aymara) verrà presentata a Ginevra e debutterà in listino la prossima estate.

La coupé emiliana è stata progettata per offrire le massime prestazioni: per ottenere questo risultato i tecnici hanno lavorato sull'aerodinamica e sulla riduzione del peso. Scopriamo tutti i dettagli nella gallery.

Pagani Huayra: figlia del vento

L'opinione dei lettori