• pubblicato il 06-05-2010

Più alte che larghe: le auto a rischio ribaltamento

di Marco Coletto

Più l'altezza di un veicolo supera la larghezza, maggiori sono le possibilità di cappottarsi durante una manovra di emergenza. Tra i dieci modelli più "pericolosi" solo tre montano l'ESP

Ricordate il video della Citroën Nemo? La settimana scorsa la multispazio francese non superò il test dell'alce (scartamento improvviso di un ostacolo a 80 km/h) e si ribaltò. La maggioranza delle auto in commercio ha una larghezza superiore all'altezza, lei no.

Oggi debutta la nostra rubrica "hit parade": ogni settimana proporremo le "top ten" più svariate. Questa riguarda il rapporto altezza/larghezza: più è alto, peggio è, anche se basterebbe un accessorio per rimediare. Il controllo di stabilità ESP - che interviene frenando alcune ruote quando avverte una perdita di aderenza - compensa il baricentro alto ed evita danni (il caso della Fiat Qubo Trekking, che ha superato indenne il test, insegna). Peccato che, su dieci modelli della nostra graduatoria, solo tre lo montano.

Scopriamo insieme la classifica: i valori sono il risultato della divisione tra le due misure.

9° Daihatsu Cuore 1,03

9° Citroën Nemo 1,03

7° Fiat Qubo Trekking 1,05

7° Peugeot Bipper Tepee Outdoor 1,05

5° Tata Safari 1,07

5° Suzuki Jimny 1,07

4° Mercedes classe G Cabrio 1,10

2° Mahindra Thar 1,13

2° Land Rover Defender 110 1,13

1° Iveco Campagnola 1,17

Per maggiori dettagli sulle vetture consultate la gallery.

Più alte che larghe: le auto a rischio ribaltamento

L'opinione dei lettori