Incidente stradale
  • pubblicato il 18-11-2010

Sicurezza stradale: diminuiscono gli incidenti, i morti e i feriti

di Marco Coletto

Secondo l'ultimo Rapporto ACI-ISTAT i decessi al volante sono calati del 10,3% ma le vittime giovani sono sempre troppe. L'obiettivo dell'Automobile Club d'Italia è di rendere obbligatori i corsi di guida sicura per i neopatentati

Buone notizie sul fronte della sicurezza stradale: secondo l'ultimo rapporto ACI-ISTAT nel 2009 sulle strade italiane si è registrato un calo dei sinistri (-1,6%), dei feriti (-1,1%) e soprattutto dei morti (-10,3%) rispetto al 2008.

Dai dati pubblicati emerge inoltre che il mese peggiore è luglio, il giorno a rischio il sabato mentre l'ora più critica le 18:00. Di notte si verificano meno incidenti (ma più gravi) mentre è nei weekend che si registra la più alta concentrazione di vittime.

I numeri variano a seconda delle strade (quelle extraurbane sono le più pericolose, seguite da quelle urbane e dalle autostrade) e dall'età: il 15% dei conducenti coinvolti in un sinistro ha meno di 21 anni (e quindi meno di tre anni di esperienza al volante). In base a questo l'Automobile Club d'Italia sottolinea la necessità di istituire l'obbligo di corsi di guida sicura per neopatentati.

Sicurezza stradale: diminuiscono gli incidenti, i morti e i feriti

L'opinione dei lettori