• pubblicato il 05-06-2011

Volvo C30 D2 Black Design: la prova completa

di Marco Coletto

Cerchi in lega neri e una pellicola effetto carbonio su tetto, montanti, specchi e calandra. Questa versione speciale della coupé svedese, più economica degli altri allestimenti, è stata realizzata appositamente per il mercato italiano

La Volvo C30 Black Design è una versione speciale della coupé svedese realizzata appositamente per il mercato italiano. Costa 3.200 euro meno dell'allestimento base Kinetic e si distingue per i cerchi in lega Fondmetal neri da 17" e per una pellicola effetto carbonio prodotta dalla 3M posizionata su tetto, montanti, specchi e calandra. Il test della turbodiesel D2 su Panoramauto di giugno.

Gli interni sono impreziositi dal battitacco in carbon look, dai tappetini con logo Black Design e dall'utilissimo copribagagliaio rigido. La plancia è caratterizzata dalla presenza di pochi tasti (ad eccezione di quelli sulla consolle centrale) e da un'eccellente ergonomia. Il posto guida è adattabile come un guanto, grazie alle ampie regolazioni previste per volante e sedile. I passeggeri posteriori hanno a disposizione due poltroncine singole ma i centimetri scarseggiano (sia per la testa che per le gambe).

Il motore 1.6 turbodiesel da 115 CV è eccellente nella guida quotidiana ma non aspettatevi un comportamento sportivo: la spinta è buona da 2.000 a 3.500 giri e i consumi di 16 km/l rilevati sono molto interessanti. Lo sterzo è preciso però il retrotreno risponde in maniera troppo pacata per divertire. L'assetto è ben piantato a terra mentre il cambio ha una corsa troppo lunga.

Volvo C30 D2 Black Design: la prova completa

L'opinione dei lettori