34937maz
  • pubblicato il 09-09-2011

Automotive: quanto contano le donne?

Non solo dietro al volante: quanto conta il sesso femminile nel mondo dell'auto? Parlano i numeri

Alcune ricerche condotte negli Stati Uniti rivelano dati interessanti, sul rapporto fra donne e auto.

Uno studio della CNW Marketing Research rivela che nel 2010 le donne sono state il 44,1% del totale dei compratori di automobili - nel 1990 erano il 19,5%. L'anno passato, insomma, quasi una macchina su due è stata acquistata direttamente da una signora: un numero non proprio insignificante da un punto di vista commerciale.

Esiste una corrispondenza tra il potere di acquisto delle donne e la posizione che occupano nel mondo dell'automotive? Come prevedibile la risposta è negativa.

Nel 2010 la percentuale di dirigenti donne nell'industria automobilistica era dell'11,5, nel 2002 erano l'11,2% e nel 1998 il 7,5%. Un po' migliori i numeri sulla presenza di donne nei board of directors: 12,4% nel 2010, 8,4% nel 2001 e 9,5% nel 1998.

In termini di forza lavoro, nel 2010 il 22,6% dei lavori erano svolti da donne, nel 2009 erano il 20,5% di tutti gli impiegati, ma solo il 17,5 dei top/senior managers e solo il 18,1% del middle management.

All'interno delle concessionarie, nel 2010 le donne erano appena il 12,5% della forza vendite, e ciò nonostante il 47,3% delle donne dichiari di preferire un dealer donna ad un dealer uomo.

Da uno studio della Deloitte del 2010 è emerso che il 55% delle donne che lavora nell'industria dell'automotive ritiene che le società per cui lavorano non abbiano programmi specifici di assunzione dedicati alle donne; il 40% che c'è poca comprensione nei confronti degli impegni familiari e il 28% per cui gli obblighi familiani sono stati mal visti dalla società.

Il 32% dei partecipanti allo studio ha dichiarato che i tentativi di retention nei confronti delle donne da parte della società per cui lavorano erano superiori alle media, mentre il 20% li ha definiti sotto la media o pessimi.

Da rilevare il caso della Volvo, che è una delle pochissime manufatturiere ad avere un team a maggioranza femminile dedicato al design di concept car.

Automotive: quanto contano le donne?

L'opinione dei lettori