• pubblicato il 26-06-2012

Assicurazioni auto: da fine anno una legge Ue sancirà la fine delle agevolazioni per le donne

La nuova legge europea costerà alle donne un incremento dei costi di circa il 25%, in vigore da fine 2012

Nonostante, contro ogni pregiudizio e credenza, le donne statisticamente siano guidatrici meno pericolose degli uomini (rispetto ai quali guidano anche di meno), presto i vantaggi per “lei” in ambito di assicurazioni rc auto verranno azzerati e verrà riportata la parità dei sessi anche per le polizze auto.

Da una sentenza della Corte di Giustizia Ue

A spianare i costi delle assicurazioni e rendere tutti uguali al volante è una nuova legge europea che entrerà in vigore alla fine dell'anno, nata da una sentenza emessa dall Corte di Giustizie UE a Bruxelles, che, tra l'altro, riguarda tutti i tipi di polizze, quindi Rca ma anche vita e infortuni.

Parità dei sessi: ci rimettono le donne

La conseguenza, ovviamente, a partire dal 21 Dicembre 2012 (data in cui entrerà in vigore la nuova legge), sarà il drastico aumento dei premi assicurativi per le donne, che , fino ad ora, erano state invece premiate per la loro diligenza al volante.

Aumenti, per le donne, fino al 25%

In Inghilterra, ad esempio, secondo una ricerca condotta dall'Associazione degli assicuratori britannici, le donne di età inferiore ai 25 anni riceveranno, in questo senso, un duro colpo dall'Ue, con un incremento dei costi per l'assicurazione auto di circa il 25%.

Niente più discriminazioni

Le nuove leggi Ue in ambito assicurativo toglieranno infatti agli assicuratori la possibilità di prendere in considerazione il sesso dell'automobilista nel calcolo del costo dell'assicurazione. Parità, dunque, al 100%. Il rovescio della medaglia, però, vedrà favoriti i maschi più giovani che, sembra, trarranno invece un leggero beneficio, in termini di costi, da questa nuova legge comunitaria.

Assicurazioni auto: da fine anno una legge Ue sancirà la fine delle agevolazioni per le donne

L'opinione dei lettori