Nissan-Renault
  • pubblicato il 15-10-2013

Nissan e Renault sul fronte della parità tra donne e uomini

I francesi e giapponesi insieme per ridurre il cosiddetto Gender Gap. In Russia e Brasile è dove c'è più parità.

Sembra migliorare, di anno in anno, la posizione delle donne all'interno del mercato automotive.

A cercare di ridurre il cosiddetto Gender Gap, che purtroppo ancora si riscontra a livello di assunzioni e carriera professionale per le donne, è questa volta l'alleanza Renault-Nissan.

Russia e Brasile: i mercati con meno disparità

Russia e Brasile sono tra le regioni del Gruppo più virtuose in fatto di assunzioni e incarichi manageriali al femminile. In Russia, il terzo mercato di Renault per dimensioni, le donne costituiscono il 19% della forza lavoro e il 25% dei dirigenti.

Nel 2013, il 40% di tutti i neoassunti di Renault in Russia è stato di sesso femminile, in aumento rispetto al 35% dell'anno precedente.

Sempre in Russia, le donne rappresentano il 15% dell'organico di Nissan e il 27,7% delle posizioni manageriali, un rapporto che figura tra i più alti all'interno della Casa automobilistica.

In Brasile, altro mercato in forte crescita, la rapidità delle assunzioni ha contribuito ad ampliare la presenza delle donne fra gli incarichi manageriali in Nissan: in un solo anno, infatti, il numero delle donne manager è quasi triplicato, e oggi costituisce quasi il 20% di tutti i ruoli manageriali di Nissan in Brasile.

 Grazie anche ai progressi compiuti in Brasile, il numero delle donne manager nelle attività di Nissan nelle Americhe è aumentato del 70% negli ultimi cinque anni.

"I mercati emergenti crescono a velocità superiori alla media e hanno bisogno di persone di talento: ecco perché offrono l'opportunità storica di colmare la disuguaglianza di genere," ha dichiarato Carlos Ghosn, Presidente e CEO di Renault-Nissan. "Ma attenzione: risolvere il gender gap è un obiettivo che perseguiamo a livello mondiale, quindi anche sui nostri mercati interni."

La rappresentanza femminile di Renault e Nissan nel mondo

In tutto il mondo, Renault resta ai primi posti per la partecipazione delle donne all'alta dirigenza nel settore automobilistico. Nel Comitato esecutivo, due dei dieci dirigenti sono donne.

Oggi, Renault vanta un'analoga rappresentanza femminile a tutti i livelli dell'azienda. Le donne ricoprono il 17,4% dell'organico totale di Renault, il 17% delle funzioni manageriali e il 16% delle 150 posizioni di top manager dell'azienda nel mondo.

In Francia, Renault detiene una delle più alte percentuali di presenza femminile ai vertici societari fra le aziende comprese nell'indice CAC40.

In Giappone, le donne occupano il 6,8% dei ruoli manageriali in Nissan, più del doppio rispetto alla media nazionale per il settore industriale, e l'obiettivo dell'azienda è portare questa percentuale al 10% entro il 2017.

Team dirigenziali all'insegna della diversità Oltre alla parità dei sessi, Renault e Nissan - che vendono veicoli in tutti i segmenti del mercato automobilistico, in quasi 200 paesi del mondo - sono anche impegnate a promuovere la diversità del management.

La composizione dei vertici aziendali di Renault si fa sempre più multiculturale, di pari passo con l'espansione geografica della Casa automobilistica.

Renault conta 20 diverse nazionalità tra i suoi 150 top manager globali: francese, spagnola, giapponese, brasiliana e tedesca, solo per citarne alcune. Nel 2012, oltre la metà delle vendite di Renault hanno interessato per la prima volta mercati extra-europei.

Nissan continua a essere leader del settore in fatto di diversità del management. Il 48% dei 100 top manager proviene infatti da 17 paesi diversi. Nissan, inoltre, genera più dell'85% delle vendite globali al di fuori del Giappone.

Ogni anno, Renault e Nissan presentano una relazione su parità di genere e diversità in vista del Women's Forum for the Economy and Society, conferenza internazionale che incoraggia le donne a superare le difficoltà e le barriere che da sempre si trovano ad affrontare e a cogliere le opportunità economiche.

La conferenza di quest'anno si terrà a Deauville, Francia, fra il 16 e il 18 ottobre.

Nissan e Renault sul fronte della parità tra donne e uomini

L'opinione dei lettori