• pubblicato il 22-05-2015

Le 5 Golf più radicali mai prodotte da Volkswagen

di Junio Gulinelli

Le cinque versioni più esagerate della compatta di Wolfsburg mai prodotte in serie...

È la regina d'Europa, la compatta più venduta nel nostro continente, parliamo della Volkswagen Golf, la colonna portante del marchio di Wolfsburg.

Il prossimo anno si festeggiano i 40 anni della GTI, l'emblematica versione sportiva della segmento C tedesca e, per l'occasione, verrà probabilmente lanciata una versione speciale celebrativa “40th Anniversary”.

Altro progetto in ballo a Wolfsburg è quello della R400, la versione ancora più radicale della Golf R che probabilmente, sembra, vedremo anch'essa arrivare nelle concessionarie.

Sta di fatto, però, che tutte le versioni “reali” della Volkswagen Golf, quasi sfigurano di fronte ad alcuni prototipi della hatchback visti negli ultimi anni.

Ecco le 5 più radicali Golf mai prodotte da Volkswagen:

Volkswagen GTI W12

Questa è forse la versione più “bestiale” mai realizzata della Volkswagen Golf. Una furia da 650 CV equipaggiata con il W12 della Bentley Continental GTI montato in posizione centrale posteriore. Le prestazioni, ovviamente, non avevano nulla da invidiare ad u super car: 0-100 km/h in 3,7 secondi.

Golf GTI Roadster

Vista lo scorso anno al Wörthersee 2014 la Golf GTI Roadster è forse quella che, tra le 5, si allontana di più dal concetto originale di Golf, ma non per questo non è un prototipo di quelli “spaziali”. Lo spirito di questa concept car è quello di una roadster pura senza tetto e con un kit carrozzeria più che radicale. Sotto il vestito pulsa il V6 TSI da 3.0 litri con doppio turbo da 503 CV di potenza.

Volkswagen Golf Design Vision GTI

Sempre sullo sfondo del lago Wörthersee, nel 2013, Volkswagen presentava l'impressionante Golf Design Vision GTI. Utilizza la piattaforma modulare MQB – la stessa della Golf 7 la quale, però, è stata modificata al massimo in modo da offrire una ampia distanza tra i due assi con sbalzi cortissimi. Sotto al cofano della GTI Vision Design Concept si nasconde il motore a benzina V6 TSI ad iniezione diretta e turbocompresso che offre una potenza massima di ben 503 CV a 6.500 giri.La sua coppia massima arriva a 560 Nm ed è costante tra i 4.000 e i 6.000 giri. Tutta questa potenza si trasmette alle quattro ruote grazie al cambioDSG. La Volkswagen GTI Vision Design è in grado di scattare da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi.

Golf GTE Sport Concept

È stata la vera sorpresa di quest'anno al Festival diWörthersee e rappresenta la massima espressione di ciò che si può arrivare a fare con un sistema di propulsione ibrido.Il powertrain che spinge la Golf GTE Sport è infatti composto da un motore a combustione, il 1.6 TSI da 299 CV e 400 Nm di coppia, abbinato a due motori elettrici (alimentati da batterie agli ioni di litio e posizionati uno all'anteriore, l'altro al posteriore) che sommano un totale di 400 CV a disposizione.

Volkswagen Golf R400

L'abbiamo nominata in apertura, è la tanto attesa e forse anche la più realizzabile delle 5 golf più radicali pensate da Volkswagen. Ancora non è chiaro se arriverà veramente in commercio, ma le ultime notizie sembrano protendere proprio per questa opzione. Il cuore pulsante della Golf R400 è il2.0 TFSI a iniezione diretta sovralimentato, “dopato” fino ad una agghiacciante potenza di 200 CV per litroabbinato alla prestazionale trasmissione DSG a doppia frizione. Il peso complessivo della Golf R400è inferiore ai 1.400 kg, che abbinato a quella potenza fa davvero paura.Le prestazioni: scatta da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi (5,1 secondi per la Golf R) e raggiunge i 280 km/h di velocità massima.

  • NomeGOLF VII BERLINA
  • Numero di allestimenti119
  • Prezzo a partire da21.350 €
Le 5 Golf più radicali mai prodotte da Volkswagen

L'opinione dei lettori