Lotus Elise - Linea
  • pubblicato il 17-02-2012

Lotus sceglie i freni MOV’IT: la casa britannica si affida al costruttore tedesco

di Junio Gulinelli

Gli impianti frenanti delle nuove supersportive del marchio britannico Lotus saranno forniti da MOV'IT GmbH

MOV'IT con sede a Ottersweier, in Germania, è stato nominato dal celebre costruttore britannico Lotus come fornitore e partner tecnologico ufficiale per gli impianti frenanti delle vetture del marchio.

Il MOV'IT GmbH è un'azienda di medie dimensioni con sede a Ottersweier e appartiene al gruppo MOV'IT. 15 anni fa Guido Frensemeyer, azionista di maggioranza e CTO, fondò il MOV'IT GmbH, e presto divenne un sinonimo per lo sviluppo di tecnologie innovative per quanto riguarda il reparto freni. Con l'uso di materiali avanzati e tecniche ingegneristiche innovative, MOV'IT si è affermata come azienda leader nei settori auto delle corse, del tuning e della sicurezza, così come è diventato un produttore/fornitore altamente flessibile per i produttori di auto super sportive di serie.

Lo stesso fondatore dell’azienda, Guido Frensemeyer, è ancora oggi coinvolto di persona in ogni singolo nuovo progetto. Le sue parole: "Ad ogni progetto ripartiamo sempre da zero, su un foglio di carta bianco, perché nessuna macchina è esattamente come le altre: potenza, peso, velocità massima, sospensioni, potenza e dinamica - tutto deve essere preso in considerazione in modo accurato, e solo dopo il disegno finale può essere portato a carta, e successivamente sulla strada.”

Frank Scherer, direttore del GmbH MOV'IT e Amministratore Delegato del Gruppo MOV'IT spiega: "La nomina come produttore fornitore di serie per Lotus sostiene lo sviluppo e le prestazioni della nostra azienda e rappresenta il punto di riferimento successivo alla nostra crescita. Il continuo e accurato lavoro e sviluppo sui nostri prodotti ci permette di essere un partner competente, anche per le case automobilistiche più esigenti. Il fatto che stiamo già lavorando con alcuni dei principali produttori automobilistici tedeschi su progetti specifici, e che siamo in procinto di essere approvati anche come fornitori di serie, sottolinea questo. Non vediamo l'ora di sperimentare i frutti del nostro lavoro “on the road”  sui  prossimi modelli di auto targati Lotus ".

Una scelta tecnica di rilievo che corrisponde esattamente al futuro del marchio Lotus che sta puntando su auto sportive sempre più estreme che andranno a fare la concorrenza diretta ai giganti del calibro di Ferrari, Lamborghini e Porsche.  A partire dal 2013 è infatti previsto il ritorno dei potenti V8 che andranno ad equipaggiare le new entry come Espirit, Elite ed Eterne.

Lotus sceglie i freni MOV’IT: la casa britannica si affida al costruttore tedesco

L'opinione dei lettori