• pubblicato il 27-09-2011

Mini Coupé: la presentazione ufficiale - Seconda parte

di Marco Coletto

I retroscena della prova della sportiva biposto inglese.

Siamo reduci dalla presentazione italiana della Mini Coupé a Cremona: dopo aver coperto l'evento attraverso un liveblogging su Facebook è ora la volta di raccontarvi il dietro le quinte della giornata.

ore 11:00
Appuntamento all'Aeroclub di Cremona dove ci attende una Mini Coupè Cooper SD avvolta da un telo. Durante la conferenza stampa vengono annunciati i prezzi adeguati all'aumento dell'IVA (23.595 euro per la Cooper, 27.981 euro per la Cooper S, 33.426 euro per la Cooper S JCW e 28.990 euro per la Cooper D) e le previsioni di vendita. Secondo i responsabili marketing del brand inglese la vettura sarà acquistata per il 90% da uomini (appassionati di motori con un'età compresa da 30 e 40 anni): un annuncio che le nostre fan di FB non hanno particolarmente gradito.

ore 12:00
I paracadutisti dello Sky Team Cremona ci accolgono con uno show mozzafiato atterrando negli spazi liberi tra le vetture parcheggiate. Si parte per il test.

ore 12:10
Prendiamo una Cooper S da 184 CV, la giusta via di mezzo tra la "soft" Cooper e l'estrema JCW. Costa oltre 3.000 euro in più della variante hatchback a tre porte e si distingue per i due posti secchi, per l'altezza ridotta di cinque centimetri e per lo spoiler posteriore che fuoriesce quando si superano gli 80 km/h.

ore 13:30
Pranzo in provincia di Parma a base di salumi (culatello in primis), formaggi e specialità emiliane. Usciamo dal ristorante satolli e soddisfatti.

ore 16:30
Dopo un lungo percorso attraverso la Pianura Padana in compagnia dell'operatore torniamo a Cremona e ne approfittiamo per percorrere qualche metro al volante della Cooper SD da 143 CV. La versione turbodiesel della biposto inglese è meno scattante di quella a benzina (logico, visto che ha 41 cavalli di meno) ma grazie alla grande coppia ai bassi regimi riesce comunque ad offrire un brio  più che soddisfacente.

Morite dalla voglia di scoprire com'è e come va la nuova sportiva britannica? Basta aspettare domani per vedere il video mentre il test completo sarà pubblicato sul numero di novembre di Panoramauto, in edicola dal 21 ottobre. Possiamo anticiparvi per il momento un pregio (il comportamento stradale, simile a quello di un go-kart) e un difetto (il comfort, penalizzato da sospensioni rigide e da qualche vibrazione di troppo nell'abitacolo).

Mini Coupé: la presentazione ufficiale - Seconda parte

L'opinione dei lettori