• pubblicato il 08-07-2011

Range Rover Evoque, parte la produzione

Il primo esemplare sarà esposto al museo British Motor Industry Heritage

E' ufficialmente iniziata la produzione del Baby Range: l'Evoque. Il primo esemplare uscito dalla catena di montaggio dello stabilimento di Liverpool sarà esposto al museo British Motor Industry Heritage.

EVOQUE, UN SUCCESSO ANNUNCIATO

La Range Rover Evoque ha già raccolto ordini per 18.000 unità in 170 paesi. Nell'impianto di Halewood (Liverpool) la forza lavoro è passata da 1.500 a 3.000 operai e il 75% della produzione è destinata all'esportazione, per un giro d'affari di quasi tre miliardi di euro. Altro dato particolarmente importante in chiave economica riguarda la produzione della componentistica: oltre il 50% degli oggetti utilizzati provengono dal Regno Unito. Dati questi che preannunciano grandi numeri nelle prossime vendite. L'Evoque tra l'altro è riuscita benissimo, in tutti i suoi aspetti e raccoglierà il consenso di una stragrande categoria di utenti. Il successo è annunciato anche per quanto riguarda il mercato italiano, nonostante il prezzo sia notevole: si parte da 36.551 euro. Il segmento è di quelli che vanno forte e lo stile British, soprattutto in Italia, sta raccogliendo approvazioni sia sulle due che sulle quattro ruote.

«L'Evoque è un veicolo incredibilmente emozionante - commenta Ralf Speth (CEO della Jaguar Land Rover) -, un connubio tra diverse tipologie di prodotti. Impiega tecnologie leggere ed è capace di consumare molto poco. Allo stesso tempo è una vettura agile, progettata per affrontare la giungla urbana ma anche i climi più estremi e terreni più difficili grazie all'utilizzo della trazione integrale».

Range Rover Evoque, parte la produzione

L'opinione dei lettori