• pubblicato il 07-07-2011

Volkswagen TAP: pilota quasi autamatico

Il Temporary Auto Pilot apre la nuova era della sicurezza stradale.

Un concept relativamente poco futuristico e anche poco glamorous ma comunque degno di essere presentato. Stiamo parlando del Temporary Auto Pilot (auto pilot temporaneo) della Volkswagen: strumento che controllato dal pilota, guida la macchina in autostrada o strade non tortuose in modo semi-automatico e fino a 130 km/h.

L'anello mancante verso il pilota automatico - Il TAP unisce in uno funzioni semi automatiche - ossia quelle controllate dal guidatore - con altri sistemi di assistenza alla guida come il cruise control e il Lane Assist ed è considerato l'anello che collega gli attuali sistemi di assistenza alla guida con l'idea di guida completamente automatizzata.

Soprattutto per la sicurezza stradale - Per ora il sistema è pensato soprattutto per ridurre gli incidenti dovuti a errori di guida da parte di guidatori distratti. Nella modalità semi-automatica, il TAP mantiene la distanza di sicurezza rispetto al veicolo che precede, guida alla velocità stabilita dal pilota, la riduce di quanto necessario prima di una curva e mantiene il veicolo in posizione centrale rispetto alle linee della corsia. Rispetta anche i limiti di velocità e le indicazioni relative ai sorpassi e le manovre di partenza e stop negli ingorghi sono automatizzate.
Il TAP è basato su una piattaforma di sensori costituita da radar, telecamera e sensori basati sugli ultrasuoni, a cui si aggiungono uno scanner laser e un orizzonte elettronico.

Il progetto HAVEit - Il Temporary Auto Pilot è stato sviluppato nell'ambito del progetto HAVEit (“Highly Automated Vehicles for Intelligent Transport” - veicoli altamente automatizzati per un trasporto intelligente) finanziato dall'Unione Europea e sviluppato per ricercare e sviluppare concept e tecnologie per una guida altamente automatizzata al fine di ridurre il carico sui guidatori, prevenire incidenti, ridurre l'impatto ambientale e rendere il traffico più sicuro.

Il consorzio HAVEit è costituito da manifatturiere, fornitori e istituti scientifici di Germania, Svezia, Francia, Austria, Svizzera, Grecia e Ungheria.

Volkswagen TAP: pilota quasi autamatico

L'opinione dei lettori