• pubblicato il 09-11-2015

Alfa Romeo Giulia: "ispirata alla 156, non alle BMW"

di Junio Gulinelli

Il capo del Design Esterni del Biscione risponde alle accuse, "la nuova Giulia si ispira al passato"

Tra le sportive svelate nel corso del 2015 una delle più attese e discusse dell'anno è stata senza dubbio la nuova arrivata del Biscione, l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio.

La versione arrabbiata, top di gamma della nuova famiglia Giulia (ancora da svelare) è stata presentata al mondo lo scorso 24 giugno e riproposta in anteprima al Salone di Francoforte 2015.

Ispirata al passato, non alle bavaresi

L'ultimo a riportare sotto i riflettori internazionali la nuova Alfa Romeo Giulia è stato Alessandro Maccolini, l'uomo a capo del Design Esterni del Biscione il quale ha assicurato che “la nuova Giulia si ispira al passato, in particolare all'Alfa 156 e non alle BMW”.

Da queste parole arriva la risposta diretta a chi ha accusato i designer del Biscione di aver ricalcato la silhouette di alcune delle bavaresi, in particolare la rivale diretta della Giulia, la BMW Serie 3. Le dichiarazioni di Maccolini sono arrivate lo scorso mese durante una conferenza stampa a Mantova e riportate in questi giorni da Automotive News.

Pronti a ripetere il successo della 156

La nuova Alfa Romeo Giulia rappresenta il rilancio del marchio del Biscione e la marca spera di ripetere con lei il successo della 156. In attesa di conoscere la gamma intera della Nuova Giulia, cono sciamo per ora solo la sua top di gamma, la Quadrifoglio spinta dal V6 biturbo di origine Ferrari, interamente in alluminio, capace di erogare ben 510 CV. Il rapporto peso potenza della Giulia Quadrifoglio è pari a 2,99 Kg/CV, il che la rende in grado di scattare da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi.

Fonte: Automotive News

Alfa Romeo Giulia: "ispirata alla 156, non alle BMW"

L'opinione dei lettori