• pubblicato il 26-06-2015

I 5 punti di forza della nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

di Junio Gulinelli

Le caratteristiche che rendono fuori dal comune la nuova tre volumi arrabbiata del Biscione

La nuova Alfa Romeo Giulia si è fatta attendere, non poco, ma ormai è una realtà. Lo stesso giorno in cui il marchio del Biscione celebrava il suo centenario è stata svelata l'erede della leggendaria berlina italiana, nonché discendente della 159 e primo modello del rilancio del marchio nell'era Marchionne.

La nuova Alfa Giulia, dopo il debutto internazionale al Salone di Francoforte 2015 a settembre, dovrebbe arrivare in commercio entro la fine dell'anno. Per ora conosciamo solamente la versione top di gamma Quadrifoglio e questi sono i suoi 5 pilastri portanti:

I 5 punti di forza della nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

Motore

La nuova Alfa Giulia Quadrifoglio ha come cuore pulsante che batte sotto al cofano un V6 biturbo da 510 CV, costruito interamente in alluminio e dal sound, sembrerebbe, ruggente. Questo powertrain consente alla Giulia di scattare da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi. Nonostante la sua elevatissima potenza sarà un motore relativamente efficiente grazie alla tecnologia di disattivazione dei cilindri.

Leggerezza e perfetta distribuzione dei pesi

La nuova Alfa Romeo Giulia vanta una distribuzione dei pesi equilibratissima: 50:50, con un rapporto peso potenza pari a 2,99 kg/CV.

Dinamica di prima qualità

A livello di telaio l'Alfa Giulia Quadrifoglio conterà su una sospensione Alfalink e su un nuovo sistema di sterzo estremamente preciso e diretto. Secondo la stessa Alfa Romeo, il più diretto del segmento.

Soluzioni tecnologiche esclusive

Tra i sistemi tecnologici avanzati l'Alfa Romeo Giulia 2015 troviamo il Torque Vectoring (tecnologia che permette al differenziale di erogare la potenza su ogni ruota) che assicura aderenza perfetta in ogni tipo di situazione e da grande stabilità alla vettura, l'Integrated Brake System, l'Active Aero Splitter che gestisce attivamente il downforce e garantisce maggiore presa e il sistema Alfa DNA che consente di selezionare la modalità di guida su Dynamic, Natural, Advanced Efficient e Sport. Tutto ciò gestito dal Chassis Domain Control.

Design italiano

Qualcuno ha detto che si sarebbe aspettato di più, esteticamente parlando dalla nuova Alfa Romeo Giulia. In realtà, si, le proporzioni e la silhouette sono quelle che si ritrovano su quasi tutte le berline a tre volumi premium del segmento, ma in realtà la nuova Alfa Giulia si distingue per pochi ma ben definiti dettagli che la rendono unica: concentrati soprattutto al frontale e al posteriore. Semplicità, eleganza e sportività, sono questi i tre elementi stilistici che rendono la nuova Giulia unica.

I 5 punti di forza della nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

L'opinione dei lettori