• pubblicato il 08-10-2012

Aston Martin: crisi o non crisi? Per ora non si vende

di Junio Gulinelli

Dopo la pesante assenza di Parigi e le voci degli analisti Ulrich Bez rassicura che non si vende. Almeno fino al 2015-2016

È stata una delle grandi assenti dall'ultimo Salone di Parigi 2012 (ancora in corso fino al 14 ottobre), parliamo della casa inglese Aston Martin.

Inizialmente il costruttore britannico doveva presentarsi alla kermesse francese con la nuova gran turismo Vanquish e la DB9 MY 2013 ma risulta “non reperita”.

Il  buco lasciato e la pesante assenza ha fatto risollevare, dunque, alcune  voci che danno la Casa sull'orlo della crisi. Molti analisti, infatti,  predicono problemi futuri per il marchio, vista la mancanza di  investimenti, nuove piattaforme o motorizzazioni lanciate, o in  programma nell'agenda del brand.

Per ora salvata dal mercato di lusso (esente dalla crisi)

La realtà a breve termine, però, sembra esser per ora un'atra. Aston Martin starebbe  infatti crescendo, creandosi anche nuovi spazi in mercati dove prima era invece assente.

La vendita di auto di lusso, infatti, sembra immune dalla  crisi e mercati come quello asiatico e nordamericano stanno aiutando a  far si che in questo settore il picco verso il basso non si senta, anzi.

Ma nonostante questo, nell'ultimo periodo si vociferava che diversi Gruppi (non è ben chiaro quali) si stessero avvicinando alla Casa per un eventuale acquisto che sarebbe equivalso all'acquisizione del marchio di prestigio a cambio di forniture di tecnologie che ora scarseggerebbero da dopo l'uscita dall'ombrello di Ford.

Al riparo da eventuali acquisti, ma solo a breve termine

A rompere ogni dubbio, ad ogni modo, è stato lo stesso Ulrich Bez, CEO Aston Martin, che ha assicurato: “ogni  giorno si avvicinano nuovi potenziali compratori ma posso smentire categoricamente che Aston Martin venga venduta a breve termine”, una copertura, diciamo, certa almeno fino al 2015, 2016, dopodiché nessuno sa...

Aston Martin: crisi o non crisi? Per ora non si vende

L'opinione dei lettori