News disabili
  • pubblicato il 08-02-2013

BMW Italia per il sociale

di Renato Dainotto

SciAbile, una scuola di Sci davvero speciale

Lo sport è una parte fondamentale dello sviluppo di ogni ragazzino. Purtroppo non tutti hanno accesso all’intero panorama delle attività fisiche. I ragazzi disabili, ad esempio, sono troppo spesso tagliati fuori dalle attività più divertenti e appaganti, come lo sci. Non perché non possano praticarle, ma per la mancanza di strutture e di attrezzature compatibili con i loro problemi fisici.

Ma c’è la buona notizia

Da 10 anni, dal 2003, molti ragazzi con lesioni alla spina dorsale o menomazioni in seguito a incidenti, malattie e persino i non vedenti possono vivere la montagna in maniera completa e sicura. Riescono a sciare come qualsiasi ragazzino, grazie all’impegno della struttura SciAbile che ha sede a Sauze d’Oulx in Piemonte. Qui, grazie al supporto di BMW Italia, non ci sono maestri di sci, ma dei veri angeli che sanno coinvolgere e insegnare tutte le discipline. E quando questi ragazzi arrivano al termine di una discesa trasmettono gioia, sorridono con gli occhi, solo per il piacere di essere in montagna e di poter fare qualcosa di speciale, di diverso. E la scuola  SciAbile non è solo per ragazzini.

Ci vengono anche gli adulti.

Come ha fatto, anni fa, Alex Zanardi che da allora è testimonial dell’iniziativa: “Ogni anno vengo sulle piste di SciAbile perché mi piace sciare in compagnia di questi ragazzi e dei loro maestri; e soprattutto perché credo nell’utilità e nell’importanza di questo progetto. In molte occasioni mi sono reso conto che queste giornate sulle piste servono ai ragazzi per imparare a superare le difficoltà, sentirsi più forti e trovare più fiducia in se stessi. La scuola di sci è riuscita a dotarsi di attrezzature ed ausili come monosci, bi-sci, Tandem Ski, stabilizzatori per amputati e caschi con megafono per non vedenti, che permettono adattamenti ad ogni allievo. E così i maestri possono seguire programmi tecnici specifici”.

Quest’anno, in questi giorni, sulle piste piemontesi, c’è un altro allievo d’eccezione per SciAbile: Fabrizio Macchi, campione paraolimpico di bicicletta. Anche lui qui a sciare, ma soprattutto a dare risonanza a quanto è stato fatto e quanto ancora si può fare: “Quest’anno mi sono deciso a rimettere gli sci per poter andare sulle piste con mio figlio, quale occasione migliore per provare il corso base di SciAbile. In pochi giorni sono tornato a sciare, è stato meraviglioso”. Da quest’anno la scuola di SciAbile accoglie anche i ragazzi sordi: i maestri hanno imparato il linguaggio dei segni e l’attività in pista sta dando grandi risultati.

L'impegno di BMW Italia

BMW Italia partecipa all’iniziativa finanziando il costo del corso base comprendente quattro lezioni della durata di tre ore, il noleggio dell'attrezzatura (in dotazione all’allievo per tutta la durata del corso). Lo skipass è, invece, fornito dal comprensorio sciistico della Via Lattea. Per ulteriori informazioni www.sauzedoulxproject.it/sciabile oppure tramite facebook.

BMW Italia per il sociale

L'opinione dei lettori