• pubblicato il 05-12-2013

Notizia "Shock": Chevrolet dice addio all'Europa

di Junio Gulinelli

General Motors decide di eliminare, a partire dal 2016, il marchio del Cravattino dal Vecchio Continente. Più spazio e investimenti per Opel.

Le notizie di oggi arrivano tutte da Oltreoceano. Dopo l'anteprima mondiale della nuova Ford Mustang 2015, tocca a General Motors che rilascia una news “Shock”: il marchio Chevrolet scomparirà dall'Europa.

Erano mesi che si parlava della problematica Opel-Chevrolet come uno dei principali motivi per cui la firma del Fulmine tedesca non riuscisse a decollare con le vendite nel Vecchio Continente.

La forte crescita di Chevrolet in Europa, infatti, unita ad un prodotto sempre più competitivo, non aveva fatto altro che sottrarre fette di mercato ad Opel. General Motors aveva bisogno di una riorganizzazione.

Forse, però, nessuno si aspettava una scelta tanto estrema come quella comunicata ufficialmente oggi: General Motors ha confermato che, a partire dal 2016, il marchio Chevrolet scomparirà dai mercati europei per lasciare maggior spazio ai marchi Opel e Vauxhall (appartenenti a GM).

General Motors ha comunque assicurato che Chevrolet continuerà a vendere anche in Europa, ma solo modelli iconici come la Corvette e la Camaro, anche se non è stato indicato sotto quali concessionari.

Chevrolet continuerà ad essere venduta in Russia e nell'Europa dell'Est. Questa uscita di scena dovrebbe significare non soltanto più spazio per Opel ma anche più denaro da investire nel marchio tedesco.

Inoltre la scomparsa del Cravattino in Europa amplierà lo spazio vitale delle vendite degli altri marchi che operano nel Vecchio Continente. Eliminare un protagonista come Chevrolet farà sicuramente quadrare i conti a qualche altra grande firma diminuendo il problema (reale) della sovrapproduzione.

In tema di garanzia e ricambi, assicura Chevrolet, i clienti attuali continueranno ad essere accolti "a braccia aperte".

Notizia "Shock": Chevrolet dice addio all'Europa

L'opinione dei lettori