• pubblicato il 08-11-2012

Ferrari: cresce nei primi nove mesi del 2012 (male solo in Italia). New entry nel Cda, da Apple

Buon bilancio per Maranello nei primi nove mesi di quest'anno. L'utile netto raggiunge 1 miliardo e nel Consiglio arriva un uomo di Cupertino.

Ieri si è riunito il Consiglio di Amministrazione Ferrari, sotto la presidenza di Luca di Montezemolo, per esaminare i risultati finanziari della società riguardanti i primi nove mesi del 2012.

Al 30 settembre, la Ferrari ha registrato ricavi senza precedenti di 1.764.000 € (+10%) con un numero di vetture consegnate alla rete dei concessionari pari a 5,267 (+6%). I profitti commerciali sono saliti del 9,6% a  232.800.000 Euro, mentre l'utile netto è cresciuto del 7,6% a 152,4 milioni di euro.

L'utile netto Ferrari ha raggiunto quasi 1 miliardo di euro - la cifra record fino ad ora era stata di 959 milioni di euro -, nonostante il costante impegno e il mantenimento di un livello estremamente elevato di investimenti nello sviluppo dei prodotti del Cavallino. Il flusso di cassa netto nei primi nove mesi del 2012 è di 251 milioni di euro.

Un'offerta, vincente, ben assortita

Questi risultati sono stati raggiunti grazie al ben assortito mix di prodotti Ferrari con i modelli 12 cilindri in crescita del 12% grazie ai successi della Ferrari FF (ed ora arriva la F12 Berlinetta...) e ai modelli 8 cilindri, in particolare della Ferrari California 30 e della 458 Spider.

Le GT2 e GT3, versioni da gara della 458 Italia hanno poi portato a casa i titoli delle rispettive categorie lo scorso fine settimana nel campionato GT Open, dopo aver già vinto il mondiale FIA Endurance Championship battendo anche altri produttori leader a livello mondiale.

In Usa alla grande, in Europa il mercato più grande è quello tedesco

Gli Stati Uniti si confermano come il più grande mercato per la Ferrari con il 26% a livello internazionale delle vendite totali e 1.354 vetture, con una crescita del 16%.

Anche il mercato del Regno Unito ha fatto registrare vendite record con 504 auto consegnate, un salto del 37%, mentre la Germania ha visto una continua crescita (+9 per cento), con 534 vetture vendute, consolidando la posizione di più grande mercato europeo per il Cavallino.
In Estremo Oriente, il trend positivo è continuato nella grande Cina (+7%), con 566 vetture consegnate, mentre in Giappone si sono vendute 214 vetture, con un incremento del 20 per cento. I risultati del Medio Oriente sono stati in linea con i dati eccellenti ottenuti nel 2011, con 274 vetture consegnate.

Il capitolo (a parte) italiano

Le vendite in Italia, come nei due trimestri precedenti, sono ancora in calo con soltanto 238 vetture consegnate nei primi nove mesi del 2012 (-49 %).

"Questi risultati confermano le eccellenti prestazioni Ferrari praticamente in tutte le 60 nazioni in cui siamo presenti, nonostante il difficile clima economico-finanziario. Ancora una volta l'eccezione è l'Italia, dove si continua  scendere in parte a causa della crisi economica, ma anche a causa di un ambiente ostile ai beni di lusso che sono stati a lungo, e continuano ad essere, una risorsa importante per il paese ", ha detto Luca di Montezemolo lamentandosi della pressione fiscale aumentata sui mezzi di lusso.

La new entry nel Cda, direttamente da Apple

E poi il numero 1 Ferrari ha annunciato anche una importante new entry nella squadra di Maranello, Eddy Cue, una delle principali forze trainanti di Apple. “La sua grande esperienza comunicativa e innovativa nel mondo di internet sarà di grande aiuyto per noi”, ha detto Montezemolo.

Eddy Cue, Senior Vice President Internet Software e Service di Apple, ha in gestione la responsabilità dei vari negozi online di Cupertino, i vari iTunes Store, App Store, Ibookstore cosi' come di Siri, Mappe, iAid e del servizio di Apple iCloud. È entrato in Apple 23 anni fa e ha avuto un ruolo chiave nella creazione del negozio online Apple nel 1993, di iTunes Music Store nel 2003 e di App Store nel 2008.

È da quando ho 8 anni che sogno di avere una Ferrari e da cinque anni ho la fortuna di essere diventato un cliente. Il design e le qualita' ingegneristiche uniche al mondo che solo la Ferrari sa raggiungere continuano a stupirmi”, ha dichiarato alla stampa commentando il suo ingresso nel Consiglio di Amministrazione della Ferrari.

Ferrari: cresce nei primi nove mesi del 2012 (male solo in Italia). New entry nel Cda, da Apple

L'opinione dei lettori